Truffa biglietti per Vasco, ne acquista 6 e perde 460 euro: una denuncia a Tolentino

Giovane di Tolentino viene anche minacciato dal truffatore

Truffa biglietti per Vasco, ne acquista 6 e perde 460 euro: una denuncia
Truffa biglietti per Vasco, ne acquista 6 e perde 460 euro: una denuncia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Giugno 2022, 10:33 - Ultimo aggiornamento: 23:57

TOLENTINO - Un giovane di Tolentino ha acquistato 6 biglietti on line per il concerto di Vasco che si è svolto domenica 26 giugno ad Ancona: ha speso in tutto 460 euro ma alla fine ha perso i soldi e non ha avuto i biglietti. Perchè la vendita on line era una truffa e per questo motivo i carabinieri dopo una minuziosa indagine e grazie all'aiuto del giovane beffato sono riusciti a risare agli autori e denunciare un uomo originario di Napoli.

 

La truffa dei biglietti per Vasco

Il 15 giugno il ragazzo tolentinate si è presentato ai militari dell'Arma raccontando di essere stato raggirato e indotto a effettuare dei bonifici per un importo di 460 euro. Volendo acquistare due biglietti per il concerto di Vasco Rossi ad Ancona - esauriti da tempo - si era affidato gruppo chiuso “Biglietti Vasco Rossi” su Facebook e, tramite messenger, aveva concordato ed eseguito il bonifico di 170 euro, su un conto corrente lituano intestato ad una donna, S.P. Allo stesso tempo il tolentinate, su un altro profilo Facebook aveva preso il contatto telefonico di una persona con la quale aveva concordato l’invio di altri quattro biglietti per la cifra di 290 euro, questa volta su un conto corrente intestato ad un uomo, A.M. Dopo qualche giorno dall’invio del denaro, la vittima ha cominciato a reclamare quanto acquistato alla donna, che ha subito bannato il contatto.

Scattano le indagini

Ma il giovane non si arrende e avendo capito di essere stato truffato, utilizza un altro telefono e  tenta un'altra richiesta di biglietti con la stessa modalità. S.P. abbocca e conferma la possibilità di ottenere biglietti fornendo lo stesso iban e lo stesso nominativo maschile, A.M., della seconda truffa.  A questo punto il ragazzo raggirato chiama A.M. sull’utenza telefonica fornita per l’invio dei 4 biglietti già pagati, ma viene  insultato e minacciato «L’indirizzo di casa tua, vieni da vicino o vengo io». Le indagini dei carabinieri, eseguite tramite accertamenti sui social, analisi delle utenze telefoniche e verifiche presso istituti di credito, ha consentito di risalire ad un soggetto originario di Napoli con numerosi precedenti specifici. L’uomo è stato pertanto denunciato all’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere del reato di truffa e delle minacce e ingiurie rivolte alla vittima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA