Verde selvaggio nei giardini privati: scattano i controlli, ecco quanto potrà costare una multa

Verde selvaggio nei giardini privati: scattano i controlli, ecco quanto potrà costare una multa
Verde selvaggio nei giardini privati: scattano i controlli, ecco quanto potrà costare una multa
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 5 Maggio 2022, 06:45

CIVITANOVA -  Erba alta nei parchi e nelle aree pubbliche, il Comune procede con il taglio e la sistemazione del verde secondo il calendario. Ma sono in arrivo le lettere nei confronti dei privati che lasciano incolti i propri giardini. Rischiano fino a 500 euro di multa se non provvederanno a tagliare la vegetazione intorno alle loro abitazioni. 

 


«Da cinque anni a questa parte il Comune provvede a stilare un calendario e, dunque, una chiara e precisa programmazione del taglio dell’erba nelle aree pubbliche – ha spiegato l’assessore al verde e al decoro urbano Giuseppe Cognigni –. Prima non era così: gli interventi erano random. Stiamo rispettando il calendario, il lavoro da fare è lungo e in questo periodo l’erba va tagliata ogni dieci giorni circa. E Civitanova è una città grande. Ci tengo a precisare che i funzionari e il dirigente dell’Ufficio Ambiente non hanno Facebook e quindi non possono prendere visione delle segnalazioni che vengono effettuate nei gruppi social. Ma sappiamo, comunque, cosa fare. Invito i miei concittadini a effettuare le eventuali segnalazioni sulla pagina Fb di CivitaGreen. La settimana scorsa – ha continuato l’assessore Cognigni – a essere interessati dai lavori sono stati i quartieri di San Gabriele e di Fontespina, con il parco di via James Cook. L’altro ieri è stato ripulito il parco tra via Lombardia e via Lazio. Questa settimana l’attenzione è rivolta al quartiere di San Marone. È stato già sistemato il verde nei pressi del nuovo supermercato Sì, in zona Quattro Marine. Il servizio di manutenzione c’è, e funziona, seguendo una programmazione precisa che interessa tutti i quartieri di Civitanova». 


«Le segnalazioni più numerose arrivano, invece, per le aree private - continua l’assessore comunale Giuseppe Cognigni -. Sono molte di più. A breve partiranno le lettere nei confronti dei privati che lasciano incolti i propri giardini, in seguito ai controlli degli agenti della polizia locale. Si rischiano sanzioni fino a 500 euro», ha concluso l’esponente della giunta comunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA