Anche una piscina di acqua soccer nel progetto per il Varco sul Mare: ecco tutti i dettagli dell'ambizioso piano

Domenica 14 Novembre 2021 di Emanuele Pagnanini
Il rendering del progetto di restyling del Varco sul mare

CIVITANOVA  - È il Varco sul Mare l’area sulla quale il gruppo di lavoro dei tecnici comunali, appena nominato, dovrà concentrarsi. Si tratta solo di una parte (la “stanza 4”) dello studio depositato dal Politecnico di Milano (Dipartimento di architettura, ingegneria delle costruzioni e ambiente costruito), cui l’amministrazione aveva affidato l’incarico di un preliminare. Referente del progetto è la civitanovese Marta Cognigni mentre a guidare lo staff è stato il prorettore Emilio Faroldi. 

 


Riguarda tutta l’area da piazza XX Settembre al lungomare sud, la “rambla” immaginata da Ciarapica e dalla sua giunta. Dall’ateneo meneghino è arrivato uno studio di massima, con esempi dal Nord Europa ma anche da Salsomaggiore su come sviluppare e riqualificare tutta l’area. Per ora progetto senza finanziamenti, dunque ancora nella categoria sogni. Ma la giunta vuole concretizzare una parte, quella del Varco, di qui la nomina del gruppo di lavoro comunale cui è affidata la stesura di un progetto definitivo. Ma cosa ha previsto in quell’area lo staff del Politecnico? Innanzitutto un’area eventi da 560 posti nella parte centrale, dove nelle ultime due stagioni estive si sono tenuti i concerti e le altre manifestazioni.

Si tratterebbe di una struttura fissa con pannelli e con gradinata di accesso. La struttura più originale è una piscina da acqua soccer sula parte sud dell’arco: campo da riempire con 30 cm di acqua o di schiuma per praticare un gioco che sta diventando di moda in estate. Sotto l’arco aree fitness e anche un “poetario”, pannelli e porzioni di muri dove scrivere versi. Sulla parte nord dell’area, rimarrebbero i giardini ma con nuove essenze e anche l’area a parcheggio con ampliamento dagli attuali 30 fino a 90 posti auto; sulla parte sud, campo polivalente basket-volley-calcetto che sarebbe coperto (volumetria da oltre 800 mq). Poi ancora aree gioco per bambini e infine una stazione di bike sharing sul lato che si apre verso il lungomare sud. Infine nuove pavimentazioni per 10mila mq. 


Si tratta, come detto, di uno studio di massima, per cui il gruppo di lavoro comunale (diviso in quattro staff) può operare delle modifiche nella fase esecutiva del progetto. Ancora non si parla di finanziamenti in questa fase. Questi i tecnici che hanno dato la propria disponibilità: Paolo Strappato, Antonio Frapiccini, Stefania Ghergo, Enea Foresi, Paolo Raganini, Maurizio De Florio, Simone Salvatelli, Simone Cardelli, Marco Schiavoni, Elisa Scalabroni, Dennis Marconi, Adriano Liuzzo, Giordano Bizzarri, Camilla Piatti e Arianna Nasini. Collaboreranno anche Antonella Pistolesi e cecilia Barba del personale amministrativo del settore Lavori Pubblici. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA