Scippi e spaccio di stupefacenti, tre arrestati dai carabinieri: due sono clandestini

Mercoledì 9 Dicembre 2020
Civitanova, scippi e spaccio di stupefacenti, tre arrestati dai carabinieri: due sono clandestini

CIVITANOVA - Scippi e spaccio di droga: i acarabinieri di Civitanova hanno arrestato tre ricercati imseguiti da ordini di carcerazione.

LEGGI ANCHE:

Si tratta di tre stranieri: un marocchino 37enne accusato di scippo, un tunisino di 21 anni ricercato per spaccio di eroina ed un 23enne marocchino accusato di traffico di hashish. I primi due erano anche clandestini sul territorio nazionale.

 

Arrestato un cittadino marocchino di anni 37, clandestino, senza fissa dimora. La misura restrittiva è scaturita da una attività di indagine posta in essere dai militari del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile che nel mese di agosto 2020 aveva perpetrato uno scippo ai danni di una donna civitanovese che mentre a piedi percorreva una via del centro veniva avvicinata da uno sconosciuto che le strappava di mano il borsello contenente, oltre a cento euro in contanti anche documenti vari. Il borsello veniva rinvenuto nei pressi privo del denaro. L’arrestato, che deve rispondere di furto con strappo con recidiva, è stato tradotto presso il carcere di Ancona-Montacuto.

Assicurato alla giustizia un tunisino di anni 21, clandestino, senza fissa dimora. Le indagini dell’Arma civitanovese hanno permesso di accertare che, nella cittadina civitanovese, negli ultimi otto mesi si è reso responsabile di almeno 450 cessioni di sostanze stupefacenti del tipo “Eroina” per oltre 120 grammi complessivi ed un guadagno di svariate migliaia di euro. L’uomo, che deve rispondere di spaccio di sostanze stupefacenti continuato, caduto anch’esso nella rete dei numerosi servizi predisposti nel fine settimana, arrestato è stato condotto presso il carcere di Ancona-Montacuto.  

I militari del capoluogo civitanovese hanno intrapreso un’attività di indagini relativa allo spaccio di sostanze stupefacenti individuando un cittadino marocchino di 23 anni, residente nella vicina provincia fermana che nel mese di novembre 2020 ha ceduto almeno 60 grammi di “hashish” e “Marijuana” per circa 80 cessioni, nella piazza civitanovese. La Procura della Repubblica preso il Tribunale di Macerata ricevuta una dettagliata relazione dai militari ha chiesto ed ottenuto dal G.I.P. presso il Tribunale di Macerata l’emissione di un provvedimento restrittivo per Spaccio di Sostanze stupefacenti continuato. I militari, ricevutolo, si sono messi subito alla ricerca dello straniero ed avuta contezza che stava fuggendo, hanno informato tutti gli altri Organi di Polizia ed infatti la Polizia Ferroviaria di Ancona, durante un controllo quel centro lo individuava e traeva in arresto conducendolo ai domiciliari presso la propria abitazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA