Stop alle code all'incrocio tra superstrada e statale adriatica, in arrivo la rotatoria provvisoria

La coda di auto all'incrocio tra superstrada e statale 16
La coda di auto all'incrocio tra superstrada e statale 16
di Emanuele Pagnanini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Aprile 2022, 05:55


CIVITANOVA - Sempre più vicino l’inizio dei lavori per la rotatoria provvisoria tra statale 16 e superstrada 77. L’Anas ha pubblicato l’ordinanza con la quale permette la messa in opera della segnaletica stradale durante la realizzazione dell’intervento. Segnaletica che riguarderà la sicurezza e la delimitazione di tutta l’area del cantiere e la circolazione durante le varie fasi dell’intervento. L’ordinanza, già in vigore, resterà valida fino alle ore 18 del 25 giugno prossimo dunque in quasi tre mesi dovrà essere realizzata l’opera, anche se l’ordinanza può chiaramente essere prorogata causa eventuali ritardi. 

 

L’apposizione della segnaletica, così come pure tutti gli oneri, le prescrizioni e le responsabilità, sono a carico della ditta che eseguirà i lavori. Si tratta della Gatti e Purini di San Severino, cui è stato affidato l’appalto. Si è proceduto con assegnazione diretta dopo che l’amministrazione comunale ha invitato 10 ditte a presentare un preventivo. Quattro le richieste arrivate di cui una esclusa per documentazione mancante. La ditta settempedana si è aggiudicata i lavori con un ribasso del 12,6% sull’importo a base d’asta. Per la rotatoria provvisoria, il Comune ha stanziato 250mila euro di cui 150mila per il primo stralcio, riguardante la rotatoria all’uscita della superstrada. La restante somma servirà quel quella, più piccola, all’incrocio tra via Fontanella e l’accesso per l’hotel Cosmopolitan. L’intervento è stato diviso in 8 fasi per la durata complessiva di 82 giorni.

Per ognuna delle fasi, si prevede una diversa circolazione del traffico che sarà disciplinata da jersey per l’isola centrale e da semafori. La prima fase è la più lunga, 45 giorni, durante la quale però non ci saranno modifiche alla viabilità. Si lavorerà sul rilevato (mezza isola centrale) e sui cordoli oltre che sullo smaltimento delle acque. Sarà realizzata una nuova corsia di uscita verso sud dalla superstrada 77, che passerà fuori dalla rotatoria. Le ultime tre fasi saranno della durata di un giorno ciascuno e riguarderanno l’asfaltatura dei tratti di congiunzione della attuale rampa di ingresso, della nuova rampa di uscita e delle parti che saranno chiuse al traffico della statale. In particolare ci sarà un’aiuola spartitraffico davanti all’edificio commerciale ex Vissani dove sarà ricavata una viabilità per i soli frontisti, vale a dire utenti delle attività commerciali e coloro che abitano nelle abitazioni comprese tra la nuova rotatoria e via Adua.

Queste ultime tre fasi potranno essere realizzate in orario notturno. Una volta realizzato il primo stralcio, si passerà al secondo. Entrambe le rotatorie, come pure la rampa di uscita dalla superstrada, non rientrano nel progetto complessivo redatto dalla Quadrilatero e finanziato dal Cipe con fondi statali. Dovranno quindi essere smantellate quando inizierà il cantiere per l’opera definitiva.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA