Rissa durante la notte della movida a Civitanova. Scatta il Daspo urbano per 3 giovani

Rissa durante la notte della movida a Civitanova. Scatta il Daspo urbano per 3 giovani
Rissa durante la notte della movida a Civitanova. Scatta il Daspo urbano per 3 giovani
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Martedì 9 Agosto 2022, 04:05

CIVITANOVA - Rissa nella notte della movida, spunta un collo di bottiglia rotto. Identificati i tre protagonisti dell’episodio di violenza sul lungomare Sud, nei loro confronti scatta il daspo urbano. Per i tre, tutti tra i 19 e i 27 anni, divieto di accesso e stazionamento nei pressi del locale pubblico dove era avvenuta la rissa e di quelli vicini, tutti sul lungomare, per almeno un anno.

La misura di prevenzione è stata emessa dal questore, il dottor Vincenzo Trombadore, dopo che i tre erano stati denunciati dagli agenti del commissariato, al termine di una rapida attività di indagine della Squadra investigativa. 

L’episodio era avvenuto il 20 luglio, intorno alle 5 del mattino, quando tre ragazzi italiani, due di Sarnano ed uno di Ancona, si erano trovati in via D’Azeglio mentre stavano andando a riprendere le automobili dopo una serata trascorso in un locale del lungomare Sud. Da lì, per futili motivi, era scoppiata una violenta colluttazione, con i tre che si erano presi a calci e pugni, brandendo anche cocci di bottiglia, sotto gli occhi di alcuni passanti che avevano immediatamente allertato le forze dell’ordine. Sul posto, poco dopo, erano arrivati polizia, carabinieri e il personale medico e sanitario del 118. Il bilancio era stato di due feriti, una alla testa e l’altro ad una gamba, soccorsi sul posto dal personale medico e sanitario dell’emergenza ospedaliera. I tre protagonisti della rissa erano stati, poi, accompagnati in commissariato insieme a dei testimoni che loro malgrado avevano assistito alla scena di violenza sul lungomare Piermanni. E, sulla base di quanto era stato riferito, al termine dei vari accertamenti del caso, erano stati deferiti dagli agenti del commissariato di polizia all’autorità giudiziaria per rissa. Successivamente,  come si diceva, in seguito all’attività istruttoria della Divisione polizia anticrimine della Questura, il questore ha emesso nei confronti di questi tre giovani uomini  il Daspo urbano, con il  divieto di accesso e stazionamento nei pressi del locale pubblico dove era avvenuta la rissa e di quelli vicini, tutti sul lungomare, per almeno un anno. Pochi giorni fa Daspo urbano anche per due calabresi ed un civitanovese, protagonisti di una violenta rissa lungo corso Umberto I, ripresa dallo smartphone di una persona che si trovava proprio lì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA