Il ponte ciclopedonale sul Chienti: lavori da affidare entro dicembre

La sigla dell'accordo di programmazione a Civitanova
La sigla dell'accordo di programmazione a Civitanova
di Lolita Falconi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Settembre 2022, 07:10

CIVITANOVA  - Sottoscritto ieri mattina a Civitanova dell’accordo di programma tra Regione Marche, Provincia di Fermo, Provincia di Macerata, Comune di Civitanova Marche e Comune di Porto Sant’Elpidio per la realizzazione del ponte ciclopedonale di collegamento tra Civitanova Marche e Porto Sant’Elpidio sulla foce del Fiume Chienti.

 

L’opera rientra nel progetto nazionale di completamento della Ciclovia Adriatica, di cui la Regione Marche è capofila, ed ha lo scopo di promuovere la mobilità sostenibile per ridurre l’utilizzo dei mezzi di mobilità tradizionale, diminuire l’impatto ambientale a beneficio della salute dei cittadini. La Regione Marche ha stanziato 4 milioni per l’opera, l’affidamento dei lavori dovrà essere espletato entro il 31 dicembre, dopo la ratifica dei rispettivi Consigli comunali. L’intervento è stato illustrato dall’assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli, presenti il sindaco di Civitanova Marche Fabrizio Ciarapica, il sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci, il vicepresidente della Provincia di Macerata Luca Buldorini, il dirigente della Provincia di Fermo Ing. Ivano Pignoloni, l’arch. Nando Goffi, il consigliere regionale Pierpaolo Borroni, l’assessore ai Lavori Pubblici Ermanno Carassai e i tecnici dei vari enti. 

Il ponte sarà realizzato in metallo, avrà un’estensione complessiva su 3 campate (175 metri) ed avrà una larghezza di 5 metri tra parte ciclabile e parte pedonale. «Una giornata molto importante per Civitanova – ha dichiarato il sindaco Ciarapica -. Dopo anni di duro lavoro siamo giunti alla firma del protocollo del ponte ciclopedonale che collegherà Civitanova a Porto Sant’Elpidio. Ciò significa che entro il prossimo anno prenderanno il via i lavori. Un’architettura molto bella - continua il sindaco Ciarapica - che diventerà simbolo di unione tra due comuni e che favorirà la mobilità sostenibile a beneficio dell’ambiente e della salute dei cittadini. Un collegamento strategico da cui potranno trarre vantaggio entrambi i comuni, ottenendo un sicuro beneficio sia sul fronte turistico e che ambientale. Ringrazio la Regione Marche e l’assessore Baldelli per aver creduto in questo progetto che presto sarà realtà».

«Questo di oggi è un passaggio importante, decisivo e strategico per quella che è da considerarsi di fatto un’area vasta interprovinciale – ha detto il sindaco Franchellucci -. I due territori del fermano e del maceratese condividono tantissimo sul fronte dei servizi e dell’offerta turistico-ricettiva e questa infrastruttura sarà un’opera caratterizzante, un valore aggiunto per due realtà da anni all’avanguardia. I due comuni proseguiranno questo percorso di sviluppo anche grazie a quest’opera che è davvero molto attesa da operatori e cittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA