Ancora violenza, Civitanova sotto choc: un uomo morto accoltellato sul lungomare

Ancora violenza, Civitanova sotto choc: un uomo morto accoltellato sul lungomare
Ancora violenza, Civitanova sotto choc: un uomo morto accoltellato sul lungomare
3 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 23:54 - Ultimo aggiornamento: 9 Agosto, 19:02

CIVITANOVA - Un uomo è stato accoltellato sul lungomare, anche lui come Alika ferito a morte in strada: Civitanova sotto choc per il secondo omicidio in pochi giorni, ennesimo episodio di cruda violenza di questa terribile estate. La vittima è A.R., tunisino clandestino di 30 anni, morto per i colpi ricevuti durante uno scontro che, riferiscono i testimoni, si sarebbe acceso sul lungomare sud nei pressi di via D'Azeglio, a  pochi metri dai giardini di via Cavour dove due magrebini hanno pestato a sangue un pakistano nella notte tra sabato e domenica. E questo episodio, secondo le prime risultanze delle indagini, potrebbe essere all'origine dell'omicidio, inquadrato al momento come un regolamento di conti, forse sullo sfondo del traffico di stupefacenti. La Polizia, che indaga sull'accaduto, avrebbe anche ritrovato il coltello, nei pressi di un parco giochi. 

Undici giorni fa l'omicidio di Alika 

Il 29 luglio scorso il brutale omicidio di Alika Ogorchukwu , il 39enne nigeriano venditore ambulante  ucciso in pieno centro da Filippo Ferlazzo. Ieri sera l'accoltellamento in strada, forse per un regolamento di conti. Il trentenne ferito gravemente è morto nel tragitto verso l'ospedale (dove è stato portato da qualcuno): ci sarebbe anche una persona ferita. Sul posto la Polizia che transennato l'intera area, ormai circondata da decine di persone sgomente.

In tarda serata è arrivato anche il sindaco Fabrizio Ciarrapica che ha anticipato la riunione d'urgenza del Tavolo della sicurezza pubblica dopo la telefonata con il prefetto Flavio Ferdani. Il summit si terrà nella mattinata di oggi martedì 9 agosto. «Bisogna individuare prima possibile una strategia - ha spiegato il sindaco, appena giunto sul posto dell'aggressione - per fermare queste vicende che hanno profondamente segnato in questi giorni Civitanova. Che significa pattugliare maggiormente le zone a rischio, illuminare quelle più buie, cercare  di aumentare la sicurezza nel territorio»

© RIPRODUZIONE RISERVATA