Civitanova, oculista in reperibilità rinvia
la visita e lui perde l'occhio: a giudizio

Oculista in reperibilità rinvia
la visita e lui perde l'occhio:
medico rinviato a giudizio
CIVITANOVA - Perde un occhio mentre cambia una gomma dell’auto, oculista a giudizio per omissione di atti d’ufficio. Ieri mattina il giudice dell’udienza preliminare Giovanni Manzoni ha rinviato a giudizio un oculista maceratese. La vicenda risale al 10 luglio del 2016 quando al pronto soccorso di Civitanova fu portato un uomo in codice rosso per un grave trauma ad un occhio. Il medico del pronto soccorso chiamò il collega, dirigente medico oculista e specialista che aveva la reperibilità, per chiedergli di effettuare una visita al paziente, ma l’oculista rinviò la visita al mattino seguente. Per l’accusa il medico avrebbe dovuto disporre il trasporto del paziente all’ospedale di San Severino e lì sottoporlo a visita e adottare gli opportuni interventi terapeutici. Secondo la difesa, invece, sostenuta dall’avvocato Claudio Bruno Marcolini, l’oculista avrebbe agito correttamente, perché «come stabilito anche dal consulente del pm – ha spiegato il legale –, la situazione era già compromessa e non avrebbe potuto fare niente per salvargli l’occhio». Ieri il gup ha rinviato a giudizio il medico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Luglio 2019, 04:40 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2019 04:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO