Movida molesta dopo la notte di caos, si muove il sindaco. «Fissato un incontro in prefettura»

Martedì 7 Dicembre 2021 di Chiara Marinelli
La fila delle persone in attesa di entrare al Donoma l'altra sera

CIVITANOVA - Movida molesta e aggressione choc ai danni di un sedicenne, oggi tavolo tecnico in prefettura per il sindaco Fabrizio Ciarapica. Dopo i fatti avvenuti sabato notte, con l’apertura del Donoma, l’amministrazione comunale ha deciso di correre subito ai ripari per evitare che si possano ripetere le situazioni del passato, con i residenti esasperati ogni fine settimana per gli schiamazzi e i vandalismi legati alla movida in centro. 

 

«Mi sono subito confrontato con la questura e la prefettura, per domani (oggi per chi legge, ndr) è in programma un incontro in prefettura per parlare degli episodi avvenuti sabato notte – ha spiegato il sindaco Ciarapica –. Non vogliamo che si ripetano le situazioni già avvenute negli anni scorsi, non vogliamo mettere i residenti nella condizioni di dover affrontare disagi. Stiamo cercando di trovare delle soluzioni per limitare il più possibile certe situazioni. Da parte nostra c’è stato fin da subito il massimo interessamento per tutelare i residenti. Il tavolo tecnico in programma servirà anche a chiarire se siano rispettate tutte le norme anche relative al discorso degli assembramenti. Insieme a me – ha continuato il sindaco Ciarapica - ci sarà la polizia locale per valutare, ad esempio, se sarà necessario chiudere le vie nelle vicinanze del Donoma come in passato. Una misura che, gli anni scorsi, aveva funzionato. Tutto, ovviamente, sarà discusso sempre nel rispetto di chi vuole fare impresa. Credo anche che la sinergia tra amministrazione e privato possa servire ad evitare situazioni come quella di sabato notte. Anche il privato può mettere in campo delle azioni per arginare le problematiche. Quella di sabato notte è stata la prima sera, non escludo che la situazione possa comunque migliorare. Da parte nostra, comunque, c’è la volontà di non sottovalutare quanto accaduto, anzi, ma di muoverci per dare delle risposte in termini di sicurezza», ha concluso il primo cittadino.

Nella notte tra sabato e domenica si sono verificati momenti di tensione fuori dalla discoteca di via Mazzini, con giovani in preda ai fumi dell’alcol e in stato di agitazione che hanno tenuto occupati per diverse ore soccorritori, carabinieri e buttafuori. I residenti hanno poi segnalato vocio e trambusto fino alle prime luci dell’alba, mentre a mezzanotte un fila lunghissima di persone era in attesa di entrare nel locale. Per quanto riguarda i danneggiamenti, risultava una persiana rotta. Il gestore del Donoma, Daniele Angelini, ha contattato subito la proprietaria per risarcire il danno il prima possibile. 

Intorno alle 21, invece, lungo corso Umberto I un sedicenne è stato aggredito per pochi spiccioli da una baby gang, sotto gli occhi dei passanti. Un grave episodio, comunque non legato alla movida. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA