La parlamentare Mirella Emiliozzi vicina alla scena del crimine: «Ho visto due persone che correvano e urlavano»

La parlamentare Mirella Emiliozzi vicina alla scena del crimine: «Ho visto due persone che correvano e urlavano»
La parlamentare Mirella Emiliozzi vicina alla scena del crimine: «Ho visto due persone che correvano e urlavano»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Agosto 2022, 03:45

CIVITANOVA  - Anche la deputata Mirella Emiliozzi ha rilasciato una testimonianza alle forze dell’ordine in merito all’accoltellamento. «Ero a cena con mia madre in un ristorante del lungomare circa 500 metri più a sud del luogo del delitto – racconta l’esponente del Movimento 5 Stelle –, uscendo ho visto due tizi correre disperatamente».  

«Uno dei due urlava come un ossesso. Poi si è accovacciato dietro una siepe. L’altro lo è andato a riprendere e poi sono scappati di corsa. Ho pensato fossero due ubriachi. Dopo aver riportato a casa mia madre, dovevo incontrarmi con una persona che era davanti a via D’Azeglio. Mi sono sentita in dovere di rilasciare la testimonianza». Poche, lunedì notte, le testimonianze delle numerose persone presenti negli stabilimenti, nei locali (c’era anche il cantante Tananai) e nei ristoranti del lungomare Sud. Troppo buio il parco per accorgersi di qualcosa. Un ragazzo di Porto Potenza aveva parcheggiato l’auto alle 20.28 in via D’Azeglio.

Scena del crimine

«Mai avevo trovato un parcheggio così vicino – ha detto poco dopo l’accoltellamento –. Appena uscito dell’auto ho visto sulla panchina del parco 5 magrebini che bevevano birra, nulla più. Ho cenato ad un ristorante qui vicino e poi, alle 23, ho trovato tutto chiuso perché la zona è diventata scena di un crimine. Lascerò qui l’auto e mi farò accompagnare a casa dagli amici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA