Tre medici ospedalieri non rispondono alla campagna di vaccinazione, segnalati dall'Asur per la sospensione

Venerdì 17 Settembre 2021 di Luca Patrassi
L'ospedale di Civitanova


CIVITANOVA - Tre medici ospedalieri, in servizio nella struttura sanitaria di Civitanova, sono prossimi alla sospensione. L’Asur, in particolare l’Area Vasta 3, ha appena segnalato tre operatori sanitari per non aver risposto alla campagna di vaccinazione anti Covid, come invece dispone la norma. Il tempo per il presidente dell’Ordine provinciale dei medici Romano Mari di convocare il consiglio direttivo e scatterà automaticamente la sospensione dei tre medici fino a fine anno, salvo che non decidano di vaccinarsi appunto per evitare la sospensione. 

 

L’Ordine dei medici non può entrare nel merito del provvedimento: la sospensione è un atto obbligato per i medici che non sono vaccinati, non sono contemplate altre possibilità. Una volta che sarà decretata la sospensione, il medico potrà fare ricorso contro l’atto al tribunale amministrativo regionale delle Marche. Il presidente dell’Ordine provinciale dei medici Romano Mari tiene ben salda la rotta sul tema Covid: « Chi non si vaccina favorisce le varianti, il virus si difende dagli anticorpi con una variante genica: se il virus riusciamo a fermarlo nella sua trasmissione diluisce la possibilità di fare la variante, la vaccinazione non è un fatto individuale ma etico e di responsabilità collettiva. Quanto ai medici non vaccinati che ci vengono segnalati, il Consiglio direttivo non può far altro che procedere alla sospensione fino a dicembre o fino all’avvenuta vaccinazione: non ci sono altre possibilità. Bisogna sapere che per esercitare la professione medica si devono avere questi requisiti: laurea, abilitazione, iscrizione e vaccinazione». 

Finora l’Ordine maceratese aveva ricevuto una sola segnalazione, peraltro dall’Av2: ora arrivano i primi risultati dei controlli fatti dall’Area Vasta 3 ed è possibile che ai tre già indicati se ne possano aggiungere altri a breve termine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA