Tutti al mare, superstrada ancora nel caos: incubo parcheggio e pioggia di multe

Tutti al mare, superstrada ancora nel caos: incubo parcheggio e pioggia di multe
Tutti al mare, superstrada ancora nel caos: incubo parcheggio e pioggia di multe
3 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Luglio 2022, 06:00

CIVITANOVA  - La superstrada da delizia a croce degli automobilisti. Raggiungere Civitanova ieri mattina è stata un’impresa a causa dei lavori di rifacimento del manto stradale tra Morrovalle e Santa Maria Apparente, in direzione mare. Ci sono restringimenti di carreggiata, oltre alla chiusura dello svincolo di Montecosaro, che ieri mattina hanno determinato lunghe code in quel tratto.


La situazione
Di domenica non si lavora ma chiaramente l’area di cantiere rimane chiusa alle auto. Ed ecco che la superstrada 77 è diventata una trappola. La protesta corre sui social è in tanti continuano a chiedersi se effettuare l’asfaltatura nel cuore dell’estate sulla principale arteria di collegamento tra Marche ed Umbria sia stata una buona idea. In tema di lavori sono in corso anche quelli di realizzazione della rotatoria provvisoria all’intersezione con la statale 16 Adriatica. Un nodo cruciale che in passato, proprio per l’intenso traffico, causava lunghe code al semaforo in uscita dalla superstrada.

L’intervento, però, in questa fase non determina problemi alla viabilità, visto che non è ancora iniziata la realizzazione della rotonda vera e propria. A questo punto, con le ferie incombenti, sembra difficile possa essere pronta entro la fine dell’estate. Una volta raggiunta Civitanova è superato l’imbuto della superstrada, il secondo problema è trovare un posto auto non troppo lontano dalla spiaggia. Come sempre, la zona dove il parcheggio selvaggio impera è quella di San Gabriele, lungo il tragitto del bus navetta gratuito verso il lungomare Nord o all’altezza delle strade che portano ai sottopassi pedonali. I residenti chiedono una presenza più continua della polizia locale invece di essere costretti di volta in volta a chiamare per il passo carrabile occupato.

Anche ieri non sono mancate sanzioni nella zona Nord della città. Per il resto è stata una domenica di mare affollatissima, con gli operatori balneari che hanno registrato l’ennesimo sold out. Ombrelloni pieni, disponibilità di lettini pressoché esaurita e anche ristoranti che hanno lavorato bene. Molto utilizzato il servizio che offre la possibilità di consumare il pasto sotto l’ombrellone. La giornata caldissima, infatti, ha spinto i consumatori a scegliere locali al chiuso con aria condizionata oppure l’opzione di non spostarsi dalla spiaggia rimanendo in costume da bagno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA