Proteste per la sporcizia in spiaggia: controlli dei vigili urbani con il quad. Nel mirino i padroni dei cani

L'assessore Cognigni e il quad dei vigili
L'assessore Cognigni e il quad dei vigili
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Aprile 2022, 05:30

CIVITANOVA - La spiaggia civitanovese piena di escrementi di cani, protestano i residenti e i proprietari degli stabilimenti balneari. Al via i controlli anche con il quad da parte degli agenti della polizia locale per multare i proprietari maleducati degli amici a quattro zampe.

«Non è possibile che nel 2022 si debba assistere a queste scene. È questo il biglietto da visita che i miei concittadini vogliono lasciare a chi viene a Civitanova per la bella stagione? Alcune persone andavano in giro con i cani senza guinzaglio e sono state allontanate. Dalla prossima volta scatteranno le multe», è il commento dell’assessore alla sicurezza e al decoro urbano Giuseppe Cognigni. 


Le segnalazioni sono cominciate già il 31 marzo, ma nei giorni festivi tra Pasqua e Pasquetta sono state diverse le fotografie, che ritraevano scene indecorose sulla sabbia, arrivate agli uffici della polizia locale e all’assessore Giuseppe Cognigni. «Abbiamo ricevuto queste segnalazioni per quello che riguarda, purtroppo, le tantissime deiezioni canine lasciate lungo il litorale della nostra città – ha spiegato Cognigni –. E per questo, fermo restando che i controlli col quad sarebbero comunque partiti, abbiamo deciso di andare a verificare la situazione in spiaggia, viste anche le segnalazioni da parte dei titolari degli chalet da Nord a Sud. Il regolamento regionale, che vale per il nostro Comune ed è stato adeguato al regolamento comunale, vieta la presenza di cani dal periodo che va dal 15 marzo al 15 ottobre. C’erano persone a spasso col cane, senza guinzaglio. Sono state allontanate. Dalla prossima volta – ha continuato l’assessore Cognigni –, Visto che i controlli continueranno, saremo più severi. Non è possibile che gli agenti della polizia locale debbano essere “spostati” per controllare i proprietari maleducati di cani quando sarebbero da impegnare per altri servizi, come la viabilità e gli incidenti da rilevare».

L’assessore prosegue nel suo sfogo, che non riguarda soltanto la spiaggia: «È impressionante la maleducazione. È questo il biglietto da visita che i miei concittadini vogliono lasciare a chi viene a Civitanova per la bella stagione? Via Lauro Rossi, il giorno di Pasquetta, era diventato un “bagno” per cani. C’erano una trentina di deiezioni canine su pochi metri. corso Umberto I, lo stesso, non è un “bagno” per cani. Tra l’altro ci sono a Civitanova diverse aree di sgambamento pensate per i nostri amici a quattro zampe, dove vanno comunque sempre rimossi gli escrementi lasciati dai propri cani. Ora stiamo valutando di attrezzare con aree di sgambamento anche i quartieri di Civitanova Alta e di Fontespina», ha concluso l’assessore Giuseppe Cognigni. E come detto i controlli da parte della polizia locale saranno intensificati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA