Parcheggio nell’area ex Anconetani, c’è il via libera del Consiglio di Stato. Il sindaco Ciarapica: «Tante critiche inutili»

Giovedì 26 Maggio 2022 di Emanuele Pagnanini
Il sindaco Fabrizio Ciarapica

CIVITANOVA - Nuovo parcheggio a pagamento nell’area del cantiere Anconetani, è arrivato anche l’ultimo via libera. Si tratta della sentenza del Consiglio di Stato, ultimo atto di una lunghissima vicenda giudiziaria tra la proprietà dell’ex cantiere e il Comune. Ma negli anni sono stati diversi i soggetti coinvolti, tra cui una curatela fallimentare. In ogni caso, con questa sentenza il Consiglio di Stato ha respinto le pretese della ricorrente, dando quindi ragione al Comune.

 

La sostanza è che quell’area, una concessione demaniale, è nella disponibilità dell’ente. Come noto, vi sarà realizzato un parcheggio. Anzi, è praticamente pronto visto che proprio nelle ultime ore è stata realizzata la segnaletica orizzontale con la delimitazione degli stalli con le strisce blu.


Asfaltata anche la strada di accesso da via Da Vinci. Infatti il parcheggio è stata diviso, attraverso new jersey in cemento, dal resto dell’area portuale, riservato ad operatori e diportisti con permesso da utilizzare attraverso i varchi con le sbarre. Il sindaco Ciarapica grida vittoria e risponde così ai candidati avversari.

«Alcuni hanno criticato, addirittura con gesti eclatanti come quello di incatenarsi davanti al cantiere – scrive il primo cittadino –, la decisione del Comune di spendere soldi per la sistemazione dell’area a parcheggio perché pendente ancora il ricorso al Consiglio di Stato presentato dalla ditta che aveva avuto in gestione l’area. Altri hanno detto che non si sarebbe potuto realizzare un parcheggio nell’area portuale perché questa destinazione sarebbe stata contraria alle previsioni del Piano del porto. Quest’ultima affermazione è stata però subito smentita perché lo strumento regolatore del porto prevede espressamente la possibilità di realizzare parcheggi. Ieri, poi, è pervenuta al Comune la sentenza n. 4084/2022 del 10 maggio 2022 con la quale il Consiglio di Stato ha respinto tutte le pretese della ricorrente e ora l’area del parcheggio è pienamente nella disponibilità del Comune». 


«Questa sentenza - conclude Ciarapica - pone fine ad una serie di ricorsi strumentali, creando solo difficoltà all’Ente comunale. A breve, invece, tutta l’area sistemata a parcheggio sarà a disposizione dei cittadini, degli operatori di Civitanova e di chi arriverà in città». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA