Prima il sorvolo hi-tech con il drone sulla villetta, poi i ladri fanno sparire oro e una pistola

Martedì 30 Giugno 2020
Ancora un furto in un'abitazione
CIVITANOVA - Furto nella villetta, i ladri fanno sparire l’oro di famiglia e una pistola. Poco prima la proprietaria si era accorta che un drone volava bassissimo sopra casa sua. Un escamotage, secondo quanto hanno riferito le vittime agli inquirenti, per tenere sotto controllo l’abitazione e scovare la porta finestra, che da fuori non si vede ed è nascosta dalla vegetazione, per fare irruzione all’interno della villetta. Il furto è stato messo a segno nei giorni scorsi, alla luce del sole, in una casa recentemente acquistata da una coppia in zona Villa Conti, lungo la strada che da via Civitanova sale verso il borgo storico. 

LEGGI ANCHE: Daniele non ce l'ha fatta: recuperato nel crepaccio il corpo del 27enne

LEGGI ANCHE: «C'è un uomo a terra in strada». Arriva una pattuglia della polizia e trova un uomo di 56 anni morto
 

I malviventi hanno agito intorno alle 15.30 del pomeriggio, non appena i padroni di casa sono usciti per andare a fare una passeggiata. Passando per il campo che sta dietro la casa e attraverso una casa in ristrutturazione, i ladri hanno scavalcato la recinzione esterna e si sono intrufolati all’interno della villetta forzando, come si diceva, una porta finestra che dà sul giardino.
Una volta dentro, sicuri di poter agire indisturbati perché in casa non c’era nessuno, sono riusciti ad aprire una cassetta di sicurezza all’interno di una camera e hanno arraffato tutto quello che si trovava all’interno: una pistola Glock per uso sportivo, regolarmente detenuta dal proprietario di casa, e alcuni gioielli in oro di famiglia appartenenti alla moglie.
Un bottino non indifferente, a conti fatti. Dopo aver ripulito la cassetta di sicurezza i malviventi se ne sono andati, facendo perdere le loro tracce. Al rientro, dopo circa un’ora, la coppia ha fatto l’amara scoperta e, a quel punto, c’era ormai ben poco da fare.
Sul posto, per il sopralluogo di rito, sono intervenute le forze dell’ordine, allertate dalle vittime. Ed è stata proprio la proprietaria di casa a svelare quel particolare che non le è sfuggito. Come si diceva, ad insospettire la donna quel drone che soltanto poche ore prima girava nei pressi della sua villetta particolarmente basso. Che i ladri, oramai, usino la tecnologia per portare a termine i loro piani criminali, del resto, non è certo una novità. E l’idea delle vittime di questo colpo è che qualcuno, prima di mettersi all’opera, abbia voluto fare un giro di perlustrazione dall’alto. Anche perché dalla strada di quella villetta si vede ben poco. Le indagini sono in corso. © RIPRODUZIONE RISERVATA