Gruppi di ragazzini ubriachi e molesti spadroneggiano e offendono in spiaggia, allarme degli operatori balneari

Mercoledì 16 Giugno 2021 di Chiara Marinelli
La spiaggia civitanovese gremita di turisti


CIVITANOVA - Gruppi di ragazzini, a volte anche minorenni, si danno appuntamento in spiaggia. Bevono superalcolici e poi infastidiscono bagnanti e operatori con urla, schiamazzi e atteggiamenti maleducati. I proprietari di alcuni stabilimenti balneari chiedono più controlli alla polizia municipale.

Milano, trivella alta 10 metri precipita e si schianta contro un palazzo: nessun ferito

Travolta da un'auto durante il giro nel Parco: ciclista 43enne salvata dal caschetto

 

Si è parlato anche di questo problema, nella mattinata di ieri, nel corso di una riunione che alcuni balneari associati Abat hanno avuto con l’assessore alla sicurezza Giuseppe Cognigni. 

La situazione descritta da alcuni di loro, in modo particolare di quelli che hanno la loro attività sul lungomare Sud e sul lungomare centro, è di gruppi di ragazzini, alcuni residenti a Civitanova e altri provenienti da Comuni vicini, che si mettono sulla spiaggia libera e lì fanno un po’ il comodo loro incuranti di chi è attorno. «Sulla spiaggia libera dei lungomare centro e Sud sono stati segnalati questi giovanissimi che con il loro comportamento disturbano – ha spiegato l’assessore Giuseppe Cognigni – Parcheggiano gli scooter dove vogliono, arrivano in spiaggia con le bottiglie di superalcolici e poi bevono e si ubriacano. Giocano a pallone infastidendo i presenti e rispondono male, in maniera sgarbata, quando qualcuno chiede loro di abbassare i toni. Disturbano e fanno molta confusione. Per questo alcuni associati dell’Abat mi hanno chiesto di intensificare i controlli e mandare gli agenti della polizia locale a controllare la situazione. È stata certamente una riunione molto utile, durante la quale i balneari mi hanno esposto alcune problematiche. Noi faremo di tutto per intensificare i controlli e cercare di risolvere la situazione. È importante questo rapporto diretto tra amministrazione comunale e proprietari degli stabilimenti balneari, nonché con i bagnini che si occupano di assistenza». 

Lo scorso fine settimana, intanto, sono cominciati i controlli sulla sosta selvaggia, «a seguito – ha commentato l’assessore - delle giuste lamentele di cittadini, soprattutto pedoni, che segnalano inaccettabili situazioni di veicoli in sosta selvaggia sui marciapiedi ostruendo, cosa ben più grave, il passaggio alle persone disabili e a genitori con carrozzine». 

Al riguardo, l’assessore annuncia un ulteriore giro di vite. «Su indicazione del sindaco e di concerto con il comando di polizia locale - spiega -, si è deciso di adottare misure più restrittive ma che dovrebbero costituire la normalità in un paese civile dotato di senso civico. Si comincia, con l’ausilio di carri attrezzi, a sanzionare tutte le auto parcheggiate sopra i marciapiedi dove vige il divieto di sosta e a rimuovere forzatamente quelle parcheggiate dove vige il divieto con rimozione. I controlli saranno ripetuti con assiduità e si estenderanno anche alle zone a traffico limitato e ai parcheggi regolati da disco orario».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA