Furto nella notte all’ippodromo Mori, rubate selle e imbracature per cavalli

Lunedì 8 Febbraio 2021 di Chiara Marinelli
Una corsa all'ippodromo Mori di Civitanova

CIVITANOVA  - Furto nella notte all’ippodromo Mori, i ladri fanno sparire una serie di finimenti per cavalli. Il bottino è di diverse migliaia di euro. E non è la prima volta che si verificano furti del genere nel centro ippico di Civitanova Alta e, in generale, nei circoli della zona ed è, purtroppo, una situazione che non è nuova tra coloro che lavorano con i cavalli. L’episodio è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato quando, in un’ora imprecisata, ignoti hanno raggiunto il grande complesso sportivo di via Asola, nelle campagne di Civitanova Alta. 

 
 
Secondo quanto è stato poi ricostruito in un secondo momento, ignoti hanno forzato le porte delle sellerie, nella scuderia, e hanno portato via finimenti per cavalli, vale a dire le selle, le redini e le imbracature, soltanto per citare alcuni degli accessori, indossati dai cavalli. Poi si sono allontanati, evidentemente sicuri di non essere visti, facendo perdere le loro tracce tra le campagne circostanti l’ippodromo Mori: una zona poco frequentata sia di giorno che di notte. Il giorno dopo, al mattino, i proprietari dell’ippodromo si sono accorti che dalle scuderie mancavano diversi accessori per cavalli. Quando hanno capito di essere stati derubati nella notte, si sono rivolti ai carabinieri per sporgere denuncia di furto. Il bottino, secondo una prima stima, ammonta a circa cinque mila euro.

Ed ora sono in corso le indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Civitanova per risalire agli autori del furto. Come si diceva, non è la prima volta che si verificano episodi del genere nel centro di Civitanova Alta. Era già capitato in passato. Sempre i carabinieri della Compagnia di Civitanova, nel tardo pomeriggio di giovedì scorso, hanno bloccato un malvivente che aveva tentato un furto in un outlet di abbigliamento in via Einaudi, nella zona commerciale di Santa Maria Apparente. 

Secondo quanto è emerso, due ladri magrebini sono entrati nel negozio e hanno cercato di portare via un paio di giacconi di marca. Quando la commerciante, la titolare, se ne è accorta li ha invitati a rimettere al suo posto, immediatamente, la merce. Uno dei due l’ha minacciata a parole ma la commessa che era insieme a lei è rimasta lucida ed ha chiamato il marito della proprietaria dell’outlet, un finanziere in quel momento libero dal servizio. 

L’uomo ha inseguito uno dei due ladri che è stato bloccato e, nel frattempo, sono arrivati sul posto i carabinieri che sono al lavoro per fare luce sull’episodio ed identificare il complice che, invece, è riuscito a scappare via. Si riaccende dunque l’allarme furti. Da parte delle forze dell’ordine sono incessanti i controlli a tutela della sicurezza. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA