La droga arriva in treno, pusher arrestato, nello zaino nascondeva tre etti di eroina

Giovedì 14 Novembre 2019
La droga
CIVITANOVA - I carabinieri del comando provinciale di Macerata, agli ordini del colonnello Michele Roberti, nell’ambito di un servizio coordinato a largo raggio, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, ieri hanno controllato 320 persone, sequestrando 300 grammi di eroina e due grammi di marijuana. Arrestato un pakistano, denunciato un suo connazionale. In particolare, alla stazione di Civitanova Marche, due uomini di origine pakistana hanno insospettito una pattuglia del Nucleo radiomobile della locale Compagnia, in azione nell’area pedonale in cui transitano i passeggeri dei treni. In particolare il nervosismo manifestato da uno dei due ha indotto i militari dell’Arma a identificarlo. È scattata una perquisizione, che ha dato esito più che positivo. A finire nei guai è A.R.Z., 41 anni. Nel suo zainetto trovato un pacchetto confezionato con nastro adesivo contenente un involucro in cellophane con all’interno eroina, del peso complessivo di 300 grammi, mentre il suo connazionale è stato sorpreso con due grammi di marijuana, nascosti anch’essi in una tasca del proprio zaino.
Il pakistano arrestato – risultato richiedente asilo – è stato portato in carcere a Montacuto, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Lo stupefacente, eroina “brown sugar”, risultato tra l’altro di qualità pregiata, avrebbe fruttato sulla piazza complessivamente circa 30.000 euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA