Civitanova, un chilo di marijuana in auto
Dipendente comunale ​sospeso dopo l'arresto

Palazzo Sforza
Palazzo Sforza
2 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Giugno 2018, 12:02

CIVITANOVA - Dipendente comunale arrestato e sottoposto ai domiciliari, scatta anche la sospensione dal servizio presso il Municipio. Decisione che è stata presa dal responsabile del servizio finanziario e pubblicata all’albo pretorio. Si tratta di una misura obbligatoria comminata nel momento in cui il dipendente è colpito da misura restrittiva della libertà personale. La sospensione riguarda Alessio Galatolo, 41 anni, dipendente comunale del settore Patrimonio e residente a Camerino. Dal 21 giugno scorso si trova agli arresti domiciliari, quindi impossibilitato al momento a lavorare. 
L’uomo era stato arrestato insieme ad un amico fermano di 33 anni la settimana scorsa per detenzione di sostanze stupefacente ai fini di spaccio. I due erano stati fermati dagli agenti del commissariato di Fermo a Lido tre Archi. Nell’auto su cui viaggiavano è stato rinvenuto oltre un chilo di marijuana. Controllo avvenuto la sera del 21 giugno. Erano stati istituiti posti di blocco e presenza di pattuglie in borghese. Ad agire, come detto, gli agenti del commissariato di Fermo coadiuvati nell’occasione dal reparto di prevenzione crimine di Pescara. Ad insospettire i poliziotti, il comportamento tenuto dal dipendente comunale e dal suo amico a bordo dell’auto. Secondo quanto poi ricostruito dagli agenti, i due erano arrivati precedentemente in quella zona di Lido Di Fermo e poi sono stati visti confabulare con alcune persone. Ma è stato il loro comportamento ad essere giudicato sospetto dagli uomini della polizia, tanto da spingerli all’identificazione e al successivo controllo. All’interno dell’auto trovata una confezione di cellophane contenente 1.128 grammi di marijuana. L’erba era stata nascosta alla vista, ma in modo approssimativo, nel sedile posteriore, vicino ad un seggiolino per bambini. È scattato quindi l’arresto. Il 41enne è difeso dall’avvocato Tiziano Luzi che proprio questa mattina presenterà istanza per chiedere al Gip la riammissione al lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA