I parchi e le aree fitness presi d’assalto. L’appello del sindaco Ciarapica resta inascoltato

Lunedì 19 Aprile 2021 di Emanuele Pagnanini
Un parco giochi

CIVITANOVA - Aria ancora troppo fredda per essere una “vera” domenica di primavera ma comunque l’arancione e la vista sul giallo in arrivo hanno spinto molti civitanovesi a fare due passi. In piazza XX Settembre è tornato il mercatino domenicale, quello con gli stand della Coldiretti per prodotti enogastronomici del territorio e di altre prelibatezze tipiche del periodo. Aperti per l’asporto i bar e i pubblici esercizi (pizzerie, gelaterie, etc), chiaramente con volume di affari molto ridotto. 

 

 
In qualche caso, piccoli gruppi di persone hanno stazionato troppo a lungo nelle vicinanze dei locali. Ma non si può certo parlare di assembramenti. Per quanto riguarda i controlli, sinergia tra forze dell’ordine e polizia locale. Presenza, comunque, molto discreta sulle strade civitanovesi. Come già reso noto nei giorni scorsi, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che si è tenuto giovedì, ha indicato il mantenimento per il fine settimana di tutte le misure già adottate in precedenza. Per cui - come aveva sottolineato il sindaco Ciarapica - parchi comunali, aree verdi, fitness e sgambamento cani chiusi. Il primo cittadino su Facebook aveva anche lanciato un appello al rispetto delle regole. Per quanto riguarda piazza Conchiglia, confermato il divieto di sosta e di transito. Sul lungomare e lungo le ciclabili in azione il pattugliamento della polizia locale in bicicletta e con il mezzo quad sulla spiaggia. L’attività di prevenzione e controllo delle forze dell’ordine attiva su tutto il territorio. Sospesa l’isola pedonale in centro mentre le piste ciclabili erano aperte. A dire la verità, di fatto, erano aperti anche i parchi e le aree verdi attrezzate della città, compresa quella dedicata al fitness. Bimbi giocavano allegramente nei giardini del lungomare sud, come pure nelle aree verdi dei quartieri, con i genitori che controllavano l’utilizzo alternato dei giochi dei bambini. L’appello del sindaco, dunque, sotto questo punto di vista è rimasto inascoltato. Comunque la città è stata frequentata in modo molto moderato per tutto l’arco della giornata. Solo dopo le 17 si è notato un certo affollamento lungo corso Umberto I e le vie limitrofe. 
L’area più gettonata, comunque, è stata il lungomare sud. Qui i cittadini hanno preferito fare i classici quattro passi, con deviazione obbligatoria nell’area portuale, sempre tra i luoghi preferiti dei civitanovesi. In mattinata, invece, non sono stati pochi quelli che hanno preferito camminare sulla battigia, cercando di assaporare l’estate che verrà. Ma che appare ancora molto lontana, non solo per le temperature ma anche per l’apertura degli stabilimenti balneari e delle altre attività. L’invito del sindaco Fabrizio Ciarapica è di avere ancora pazienza. 
«Se da una parte vediamo uno spiraglio - ha affermato il primo cittadino - dall’altro dobbiamo tenere duro anche perché gli ospedali sono in sofferenza e ci sono ancora purtroppo molti decessi. I risultati dei sacrifici e delle restrizioni messe in atto stanno facendo registrare segnali di miglioramento nella curva dei contagi ma la situazione non è tale da abbassare la guardia e avere cali di attenzione. È ancora il momento di avere cautela».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche