Cade sulle strisce pedonali e si ferisce, chiede un risarcimento di 26mila euro al Comune

Venerdì 19 Giugno 2020
Palazzo Sforza, sede del Comune di Civitanova
CIVITANOVA - Cade sulle strisce pedonali causa un avvallamento dell’asfalto e riporta una serie di lesioni per le quali chiede al Comune un risarcimento di 26mila euro. Rispetto alla causa intentata, non si è riusciti ad arrivare ad un accordo transattivo, per cui il Comune è stato citato in giudizio e dovrà presentarsi al Tribunale di Macerata il 4 ottobre prossimo.
Fissata l’udienza per l’ennesima richiesta di risarcimento danni causati da strade o marciapiedi malandati. Questa volta sotto accusa finisce uno dei passaggi pedonali più frequentati della città, quello che collega il palazzo comunale alla a piazza XX settembre. Qui una donna è caduta rovinosamente a terra il 6 maggio del 2019 e pochi giorni dopo, tramite l’avvocato Ivan Gori, ha presentato la richiesta di risarcimento in quanto la perdita di equilibrio sarebbe, a suo dire, dovuta alle irregolarità della strada sul passaggio pedonale. Il Comune, da parte sua, ha attivato l’assicurazione. Ma il tentativo di negoziazione, lo scorso 22 maggio, è andato a vuoto, per cui i patrocinanti della donna caduta, Gianluca Di Cola e Ivan Gori, hanno citato in giudizio l’amministrazione comunale. © RIPRODUZIONE RISERVATA