Brumotti di Striscia la Notizia testimonial di Civitanova: «È il fiore all’occhiello delle Marche»

Venerdì 7 Maggio 2021 di Emanuele Pagnanini
Brumotti con Ciarapica

CIVITANOVA - Anche dal punto di vista dialettico, Vittorio Brumotti è un acrobata: ieri, nel suo incontro a palazzo Sforza con sindaco e stampa, ha compiuto evoluzioni non da poco spaziando da un argomento all’altro senza perdere il filo conduttore del discorso.

Ruba il portafogli ad un'altra cliente ma resta "prigioniera" del negozio: incastrata dalle telecamere

Ciro Grillo, inchiesta chiusa: l'accusa è stupro di gruppo. Tre gli indagati per le foto

 

Ha raccontato il suo lavoro in città come protagonista di un video promozionale, quello di inviato di Striscia, l’attività da biker, poi ha ricordato il compianto Michele Scarponi quando anche lui era nella squadra Astana, ha lodato la gastronomia marchigiana e la produzione vinicola locale. E non poteva mancare un suo intervento da “castigatore”: prima di salire in Municipio non ha mancato di stigmatizzare il parcheggio su area disabili di un’auto sprovvista di talloncino. 

«Mi ha detto che era un ufficiale giudiziario – ha detto appena entrato in sala consiliare – ma su questa cosa non faccio sconti a nessuno. Per un disabile parcheggiare vicino alla zona da raggiungere non è un privilegio, ma una necessità assoluta. Io aumenterei a dismisura le multe». Il biker e inviato di Striscia la Notizia ha trascorso in città poco più di 24 ore. Ieri la partenza dopo le ultime scene girate sulla spiaggia, allo skate park Kukà e tra i merli di Porta Marina a Civitanova Alta. Confluiranno nel video conclusivo della serie ideata dal regista Daniele Graziani dal titolo “Vitamina mare”.

E di Vitamine non ha certo bisogno il personaggio. «Conoscevo già le Marche, sempre più una Toscana 2, ma non Civitanova – ammette –, ho scoperto una bellissima città che d’estate diventa come Milano Marittima. Come promoter avete avuto un grande come Nibali. Da parte mia, sono capace di creare una fitta rete con tutto il mondo del bike, da quello delle arrampicate a quello acrobatico. Ma sono anche amico, avendoci lavorato, di associazioni come Coldiretti, Agrichef e Campagna Amica. E di grandi prodotti qui ne avete tanti, anche se ho avuto poco tempo per conoscerli». Poi cede ancora allo scherzo. «Sono stato ospite di una bel posto, le Cantine Fontezoppa. Io sono fidanzato con Ana Laura Zoppas, il cui padre produce acqua minerale. Nomi simili, gli ho telefonato per sapere se c’era da far partire la denuncia».

Poi fa gonfiare il petto al padrone di casa, il sindaco Ciarapica, anche se subito dopo lo punzecchia «Siete il fiore all’occhiello di questa regione, fate bene a puntare sullo sport. Però, sindaco, ora mi deve fare tre promesse: primo, entro quest’estate deve perdere almeno 3 chili; secondo, deve costantemente seguire le piste ciclabili; terzo sorvegli i parcheggi riservati ai disabili e multi i trasgressori in maniera pesante. Ora devo ripartire ma ci rivediamo a settembre. Il mio amico Danilo Zampaloni, qui presente, mi ha invitato come sempre all’International Motor Day che si terrà ancora qui». 


Quindi è ripartito non prima di dare un’anticipazione sul prossimo servizio per Striscia la Notizia. «Sono stato di nuovo a Rancitelli, il problematico quartiere di Pescara. Una realtà difficile, le istituzioni dovrebbero intervenire. Mi tocca ancora denunciare partendo dagli ultimi, dai più deboli. Ma almeno si punta il riflettore sul problema spaccio». Conclusioni affidate al sindaco. «Una gradita e frizzante visita quella di Vittorio Brunotti stamattina a palazzo Sforza – ha detto –. Mi ha fatto piacere e mi ha inorgoglito sentire Vittorio, scelto dall’amministrazione comunale come testimonial dell’estate 2021. Si è complimentato per il fatto che a Civitanova sia stata conferita la Bandiera gialla e simpaticamente mi ha dato il compito di continuare a mettere il massimo impegno a sostegno di tutto il mondo del bike». L’amministrazione ha poi salutato il biker lasciandogli uno zaino ricordo pieno di gadget con il logo del Varco sul mare, icona del turismo cittadino.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA