Colpito alla testa con un bicchiere durante la serata della movida, denunciato l’aggressore del 17enne

La polizia
La polizia
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 9 Febbraio 2022, 05:50

CIVITANOVA - Individuato e denunciato il responsabile dell’aggressione nei confronti di un diciassettenne di Sant’Elpidio a Mare, colpito alla testa con un bicchiere sabato notte, tra via Duca degli Abruzzi e corso Dalmazia, in pieno centro. Si tratta di un giovane recanatese, appena maggiorenne, poco più grande della vittima, che avrebbe agito senza alcun motivo per poi darsi alla fuga. È stato denunciato a piede libero per lesioni personali aggravate, quindici giorni di prognosi invece per la giovane vittima.

 
L’episodio era avvenuto sabato, poco prima di mezzanotte. Secondo quanto hanno ricostruito gli agenti del commissariato di polizia, sul posto insieme al personale medico e sanitario del 118, il diciassettenne era seduto su una panchina, nei pressi dell’ufficio postale, quando è stato avvicinato da un giovane che, senza motivo, ha cercato prima di colpirlo con un pugno e successivamente lo ha colpito con un bicchiere di vetro alla testa. Poi si è dato alla fuga, prima dell’arrivo della polizia.

La vittima era stata subito soccorsa, sul posto come si diceva era arrivata una ambulanza del 118. Dopo le prime cure del caso, il diciassettenne era stato caricato a bordo del mezzo dell’emergenza sanitaria e accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Civitanova Alta per essere sottoposto ai vari accertamenti e alle dovute medicazioni. Presentava una ferita lacero-contusa, abbastanza profonda, all’altezza dell’orecchio sinistro, poi giudicata guaribile in quindici giorni.

Subito sono scattate le indagini da parte degli agenti di polizia, al lavoro per ricostruire i contorni della vicenda. Erano state raccolte diverse testimonianze di chi era presente al momento dell’aggressione che, come si diceva, è avvenuta in pieno centro, ad un orario di punta della movida civitanovese nel weekend.

Alla fine gli agenti del commissariato di polizia, anche grazie alla testimonianze raccolte, sono riusciti ad identificare l’aggressore e a denunciarlo a piede libero per lesioni personali aggravate alla locale Procura della Repubblica. Erano stati momenti di grande spavento e di apprensione per coloro che si sono trovati ad assistere alla scena. La zona è sempre particolarmente frequentata a quell’ora nel fine settimana .

© RIPRODUZIONE RISERVATA