Civitanova, lancia un fumogeno contro
il gazebo della Lega: 45enne fermato

Lancia un fumogeno
contro il gazebo
della Lega: 45enne fermato
CIVITANOVA – Lancia un fumogeno nel gazebo della Lega Nord, spavento tra i militanti e momenti di paura lungo corso Umberto I. Ferito un giovane militante, tra i leghisti c'era anche un uomo disabile: era sotto choc. Il responsabile del gesto, subito bloccato, è stato portato in commissariato. Sulla vicenda è intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini: «Delinquenti! – ha scritto sulla sua pagina Facebook - Tutta la mia solidarietà ai militanti e ai cittadini che hanno rischiato la loro incolumità. Rintracciato e fermato il “democratico” responsabile. Noi andiamo avanti. La forza delle nostre idee contro il loro odio e la loro violenza». L'epispodio è avvenuto nella tarda mattinata, lungo il corso c'è il solito via vai di gente, a spasso tra le bancarelle del mercato. Un gruppetto di persone è fermo nei pressi del gazebo della Lega Nord. I militanti parlano con un po' di gente decisa a fare la tessera. Ad un certo punto, il caos. Un civitanovese di 45 anni, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, si è rivolto ai militanti con parole di odio e, poi, ha lanciato un fumogeno. È esploso, scheggiandosi e danneggiando una piccola porzione del marciapiede del corso
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 15 Giugno 2019, 16:13 - Ultimo aggiornamento: 15-06-2019 16:13

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO