I domiciliari non fermano
lo spaccio, fratelli arrestati

Venerdì 31 Ottobre 2014
I domiciliari non fermano lo spaccio, fratelli arrestati

CIVITANOVA - Si trovavano da giugno agli arresti domiciliari dopo essere stati sorpresi con mezzo chilo di marijuana in casa, ma sono tornati in carcere.

Secondo gli inquirenti la loro attività non si era fermata. E così due fratelli civitanovesi di 22 e 20 anni, sono stati rinchiusi nel carcere di Camerino. Nel tardo pomeriggio di ieri sono scattate le manette per i due giovani, che erano finiti nei guai per detenzione di sostanze stupefacenti. Ad operare in sinergia polizia, carabinieri e finanza.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 11:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA