Fiumi di alcol e danneggiamenti: i baby vandali lasciano ancora il segno nei parchi

Domenica 29 Agosto 2021 di Chiara Marinelli
Fiumi di alcol e danneggiamenti: i baby vandali lasciano ancora il segno nei parchi

CIVITANOVA  - Baby vandali bevono al parco e poi fanno danni, lasciando anche sporcizia in giro per quei luoghi che sono abitualmente frequentati da anziani e famiglie. È la situazione con la quale ci si è dovuti fronteggiare questa estate nei parchi del lungomare Sud e in quelli che si trovano lungo la pista ciclabile del Castellaro dove, più di una volta, sono state segnalate le staccionate di legno divelte e lasciate a terra. Gli episodi in questione sono avvenuti nei giorni scorsi, a più riprese. 

 
Anche nella mattinata di ieri nel parco del lungomare Sud sono stati rinvenuti a terra bottiglie vuote di alcolici e rifiuti. Nel mirino delle forze dell’ordine gli esercizi commerciali che vendono alcol ai minorenni. E intanto l’amministrazione comunale continua con la riqualificazione dei parchi. Per la terza volta le staccionate sono state oggetto di sistemazione. «Come amministrazione comunale stiamo investendo molti nei parchi pubblici.

È notizia di pochi giorni fa la riqualificazione dell’area verde di via Adua – ha commentato l’assessore alla sicurezza, all’ambiente e al decoro urbano Giuseppe Cognigni –. Il problema è che nelle ore notturne gruppetti di otto, dieci ragazzi molto giovani, in sella a circa cinque scooter, si danno appuntamento nei parchi della città per fare serata. Ma non per divertirsi, chiacchierare, giocare o stare insieme. Ma per bere, ubriacarsi e fare danneggiamenti. Questo succede di notte, nelle aree tra il lungomare Sud e lungo i parchi della pista ciclabile, dove è la terza volta che facciamo riparare le staccionate di legno, ma anche nel quartiere di San Gabriele. È impensabile che un dirigente o un funzionario comunale ogni lunedì dopo ogni fine settimana d’estate debba farsi il giro delle aree verdi e vedere cosa è stato fatto nelle ore notturne, dopo le segnalazioni che arrivano dal personale del Cosmari. Mi auguro davvero che le famiglie di questi ragazzini, civitanovesi e non, alcuni tra l’altro già noti, intervengano. In alcuni parchi ci sono anche le telecamere di videosorveglianza. Anche questa notte (l’altra notte per chi legge, ndr) sono state rinvenute bottiglie di vodka finite tra l’erba sul lungomare Sud. Il parco non è una zona di ristoro né una discarica. Da parte nostra cercheremo anche di controllare quei locali commerciali che vendono alcol ai minorenni».


«Dobbiamo cambiare mentalità – ha concluso l’assessore comunale civitanovese Giuseppe Cognigni -, senza dover ricorrere alle sanzioni nei confronti dei ragazzini. Il mio è un appello alle famiglie, ma anche alle scuole e agli enti con i quali è necessario confrontarsi per risolvere la situazione». Un problema molto sentito vista l’escalation di episodi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA