Anche quest'anno Civitanova rinuncia al corteo in mare per San Marone, concerto di Pupo in piazza nella Città Alta

Giovedì 5 Agosto 2021 di Emanuele Pagnanini
Pupo sarà la star della festa di San Marone

CIVITANOVA - Senza fuochi né processioni ma con il concerto di Pupo e visite guidate nel borgo: presentato ieri il programma per le celebrazioni di San Marone. Il patrono sarà, come al solito festeggiato in più giorni (quest’anno ben 5) con manifestazioni religiose e laiche sia a Civitanova Alta che al porto. Proprio nel cuore della Città Alta si è svolta la conferenza di presentazione per dimostrare come la giunta non si sia dimenticata del borgo antico. Civitanova Alta, quest’anno, non ha potuto ospitare le serate di Popsophia (nel formato Rocksophia) ma la scelta è stata motivata esclusivamente con le restrizioni dovute al Covid.

 

 

Ora, con l’introduzione del Green pass (tramite vaccinazione, immunizzazione da malattia o tampone), l’amministrazione intende riportare un po’ di iniziative a Civitanova Alta, partendo proprio dalla festa patronale. Si parte lunedì 16 agosto (a Porto Civitanova) con l’ostensione delle reliquie del Santo e le messe nel santuario di San Marone (7 e 10) e Cristo Re (alle 17). Come lo scorso anno, annullato il corteo verso il porto e la processione delle barche. Uscirà solo quella che ospiterà la teca con le reliquie del Patrono (il peschereccio Braveheart), il vescovo e le autorità (alle 18). Quindi le reliquie saranno traslate nella chiesa di San Paolo a Civitanova Alta (Messe il 18 agosto alle 8 e alle 19). 

Per quanto riguarda gli eventi, in collaborazione con Noi Marche previsti due giorni di “Borghi aperti” il primo il 16 alle 21 al porto (in collaborazione con la Pro loco Civitanova Marche) incentrata sul mondo delle Marinerie e il 17 a Civitanova Alta (con la locale Pro loco) con visite guidate, aperitivi e degustazioni. Nella serata del 18 (giorno di San Marone) il concerto di Pupo in piazza della Libertà. Ingresso gratuito ma contingentato con massimo di 200 persone a sedere (posti prenotabili) dietro esibizione del green pass. Idem per i concerti successivi: il 19 con i Sugarfriend, cover band di Zucchero, il 20 la New Fashion Giaman Dance e il 21 con il festival del Folklore da martedì 17 a sabato 21 agosto, aperte anche dopocena le mostre presenti a Civitanova (quella di Listri al San Francesco e di Carlacchiani al Sant’Agostino.

Il programma è stato illustrato dal sindaco Ciarapica, dall’assessore Carassai, dalla presidente dell’azienda Teatri, Francesca Peretti e dai consiglieri Eros Maravalli e Marco Perticarini. «Vogliamo dimostrare con i fatti che non ci siamo dimenticati di Civitanova Alta – ha detto il primo cittadino – vorrei ricordare che quando ci siamo messi a lavoro sulla programmazione estiva non era ancora stato definito un protocollo. Abbiamo creato uno spazio, l’arena al Varco, proprio per poter tenere eventi, come da seguenti disposizioni. Quello è l’unico spazio consentito per manifestazioni. Non ci abbiamo spostato Popsophia, ci abbiamo spostato tutto. 

Però a Civitanova Alta abbiamo mantenuto le mostre di Massimo Listri, curata da Sgarbi e quella di Sergio Carlacchiani. Per poi proseguire con i concerti di musica classica al chiostro di Sant’Agostino, con gli itinerari artistici promossi dall’Archeoclub ‘Civitas Artis’, con l’evento sui borghi organizzato dalla Regione Marche, con una prestigiosa mostra organizzata da Popsophia in ottobre e con un’altra mostra, fissata a novembre, dedicata al Museo del manifesto». «Come Azienda Teatri siamo orgogliosi – ha dichiarato il presidente Peretti – di aver dato il nostro contributo, organizzando quattro serate proprio a Civitanova Alta su cui spicca il concerto del cantante Pupo il 18 agosto. Viviamo ancora nella prudenza e nel rispetto delle misure anticovid, ma tutti noi abbiamo il desiderio di condividere momenti di svago e spensieratezza».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA