Eternit "dimenticato" a Fontespina. Stretta sull’abbandono dei rifiuti

Eternit abbandonato a Fontespina. Stretta sull abbandono dei rifiuti
Eternit abbandonato a Fontespina. Stretta sull’abbandono dei rifiuti
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 6 Novembre 2022, 04:05

CIVITANOVA -  Materiale edile scaricato e abbandonato nelle campagne tra Fontespina e Civitanova Alta, controlli per identificare i responsabili. L’assessore alla sicurezza e all’ambiente Giuseppe Cognigni, in sinergia con il Comando della polizia municipale e Cosmari, è al lavoro per risolvere la questione, con un giro di vite sui controlli. È quanto emerso, tra le altre cose, dopo la riunione avvenuta venerdì mattina tra l’assessore e i vertici del Cosmari

 

Si è parlato di questo e di atri temi legati alla pulizia della città, tema particolarmente caro anche ai commercianti del centro di Civitanova, che hanno chiesto maggiori passaggi per mantenere decorosi i marciapiedi, controlli più aspri e multe nei confronti di chi abbandona i sacchetti della spazzatura nei giorni errati rispetto al calendario del Cosmari. «Giovedì della prossima settimana, insieme al Cosmari, mi recherò ad Ecomondo a visionare un macchinario per la pulizia di strade e marciapiedi per valutarne l’acquisto. Se ne era già parlato, ma ora abbiamo la data precisa – ha spiegato l’assessore Giuseppe Cognigni, al termine dell’incontro con Cosmari –. Abbiamo fatto questa seconda riunione anche per parlare degli abbandoni nei terreni agricoli privati».

«Purtroppo - aggiunge l’assessore -, ci sono muratori e, in generale, imprese edili che abbandonano i rifiuti, talvolta anche eternit, sui terreni agricoli privati e lungo le strade di campagne. Stiamo valutando come organizzarci perché, di regola, la pulizia spetterebbe ai proprietari dei terreni in questione. Ma loro per primi, spesso sono anche signori anziani, sono le vittime di questi comportamenti scorretti. Dunque, stiamo decidendo cosa fare per tutelarli e gestire la cosa. Inoltre – ha continuato l’assessore Giuseppe Cognigni -, si è parlato del Centro del riuso, con l’obiettivo di potenziarlo e migliorarlo, per far sì che sia fruito da più persone possibili. C’è da gestire anche la situazione delle due isole ecologiche in piazza Nassiriya, con una riunione tra i gestori, privati, dell’area. Tra gli obiettivi, anche quello di inasprire i controlli». 

Lo scorso ottobre si era tenuta la prima riunione alla presenza dell’assessore all’ambiente, di Brigitte Pellei, nuovo direttore generale del Cosmari, Giuseppe Giampaoli, membro del consiglio di amministrazione, e Andrea Bernabei, capo servizio. In quella occasione, era stato prefissato come obiettivo quello di lavorare su decoro e raccolta differenziata. I vertici del Cosmari avevano ribadito, nei confronti dell’amministrazione guidata da Fabrizio Ciarapica, massima disponibilità per mantenere il decoro urbano e sensibilizzare i cittadini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA