Via l’amianto dal tetto del teatro Rossini: ecco il progetto definitivo da 450mila euro

Via l amianto dal tetto del teatro Rossini: ecco il progetto definitivo da 450mila euro
Via l’amianto dal tetto del teatro Rossini: ecco il progetto definitivo da 450mila euro
di Emanuele Pagnanini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 05:35

CIVITANOVA  - Nuova copertura al cineteatro Rossini, pronto il progetto definitivo. È stato inviato nei giorni scorsi dal tecnico esterno incaricato dal Comune, l’ingegner Egidio Santucci di Montappone, l’elaborato tecnico che prelude alla soluzione di un problema serio della struttura. Si tratta di un intervento da 450mila euro. Un’opera complessa che non prevede solo la realizzazione del nuovo tetto. 

 
In primis va rimossa la copertura in eternit e, quindi, smaltito l’amianto. Successivamente sarà realizzata la nuova copertura che prevede anche un intervento di efficientamento energetico attraverso l’installazione di un impianto fotovoltaico. L’opera è inserita nel piano triennale 2021-2023. Si tratta in realtà di un intervento che ha già svariati anni di vita, almeno nelle intenzioni. Inizialmente era stato inserito all’interno di un progetto di riqualificazione di tutto il cosiddetto “comparto Trieste”, vale a dire tutti gli edifici posti sul lato ovest di palazzo Sforza, sede municipale. Quindi l’ex scuola Annibal Caro, la parte usata come magazzini comunali e, appunto, il teatro Rossini. 


Risale all’anno scorso la determina con la quale è stato affidato l’incarico al progettista esterno. All’ingegner Egidio Santucci il compito di un progetto di fattibilità tecnico-economica dell’intervento di ristrutturazione edilizia di tutto il comparto urbanistico di via Trieste. Inserita anche la manutenzione straordinaria del tetto del teatro, che è stato poi l’intervento che l’amministrazione ha deciso di portare avanti perché realizzabile con risorse proprie. Lo scorso mese di febbraio la giunta comunale ha provveduto ad approvare in linea di massima il progetto di fattibilità tecnico economica. Lo scorso ottobre, poi, c’è stato l’affidamento dell’incarico allo stesso progettista della redazione del progetto definitivo, consegnato nei giorni scorsi. Nel frattempo è anche arrivato anche il via libera da parte della Soprintendenza. Seguirà il progetto esecutivo. 


Il tetto in cemento-amianto sarà smantellato e sostituito da pannelli cosiddetti sandwich in acciaio sopra i quali saranno installati i pannelli fotovoltaici. La spesa prevista è di 450mila euro e sarà finanziata con mutuo alla Cassa Depositi e Prestiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA