Pagaiate per una cura della fibrosi cistica, Alessandro Gattafoni in kayak verso la Croazia

Sabato 11 Settembre 2021 di Emanuele Pagnanini
Alessandro Gattafoni in kayak verso la Croazia

CIVITANOVA - Alle 18.26 il primo colpo di pagaia tra gli applausi di un folto gruppo di amici e dei familiari. Alessandro Gattafoni, visibilmente emozionato, è partito ieri a bordo del suo kayak, scortato nel primo tratto da altre barche. Un’impresa che si chiama “125 miglia per un respiro”, la distanza tra andata e ritorno che separa Civitanova dalla prima isola delle Incoronate, in Croazia. Ad accompagnarlo, l’imbarcazione “Desire” del campione olimpico Daniele Scarpa, suo mentore ed istruttore. Un altro campione olimpico con la canoa, Antonio Rossi, lo ha salutato al telefono.

L’impresa che il 36enne civitanovese intende portare a termine oggi (tra le 19 e mezzanotte) serve per un’opera di sensibilizzazione sulla fibrosi cistica, malattia che lo accompagna dalla nascita. Un nuovo farmaco permette di avere aspettative di vita più lunghe e con questa traversata dell’Adriatico in kayak intende portare la questione della gratuità all’ordine di Stato e Regione. Il papà Marone lo seguirà sulla barca di Scarpa dove si è imbarcato anche il medico Michele Gironella, l’organizzatore e amico Marco Belletti, due fotografi e rappresentanti della Lega italiana fibrosi cistica. Il presidente del consiglio comunale Claudio Morresi e l’assessore Barbara Capponi hanno portato il saluto dell’amministrazione comunale. Presente la comandante del porto Ylenia Ritucci.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA