Durante i lavori di ristrutturazione di un garage spuntano armi dell’ultima guerra: intervengono gli artificieri

Venerdì 18 Giugno 2021 di Leonardo Massacesi
Un artificiere al lavoro (foto di archivio)

CINGOLI - Mentre sta rimuovendo un vecchio pavimento di un garage di una casa in ristrutturazione, improvvisamente si trova davanti una cassetta metallica con all’interno alcune armi risalenti all’ultimo conflitto mondiale. Immediatamente sospende i lavori ed avverte i carabinieri per valutare bene il contenuto e dare il via alle operazioni di recupero. 

 


Sul posto una squadra di artificieri di Ancona, i carabinieri del Comando di Macerata e della stazione di Cingoli, nonché gli agenti della polizia locale che hanno circoscritto l’area interessata. Le operazioni si sono protratte in quanto gli artificieri hanno voluto accertare che non ci fossero altri residuati bellici. Ieri mattina la scoperta in una residenza in via Mazzini, nel centro storico. Si tratta di una residenza privata che durante l’ultima guerra era stata occupata dai tedeschi. Poi negli anni ‘50 il proprietario tornò ad abitarci. L’abitazione passò agli eredi fino a poco tempo fa quando è stata venduta a un nuovo proprietario. Alcuni mesi fa è iniziata la ristrutturazione dell’abitazione e ieri il ritrovamento delle armi. Si tratta del terzo ritrovamento di materiale bellico sul territorio comunale nel giro di pochi anni. 


Nel 2016 era stata rinvenuta una granata calibro 75 mm in località Rio Laque nella cava dell’ex Sielpa a circa 500 metri dalla strada provinciale 141. In questo caso furono necessarie due ordinanze dei Comune di Cingoli e di San Severino per l’interdizione della strada al traffico. Questo perché l’area di sicurezza interessava i due comuni. L’ordigno venne disinnescato dagli artificieri il 19 febbraio 2018. Il 25 febbraio scorso c’è stato il rinvenimento di un altro residuato bellico (un grosso proiettile che sarebbe stato in dotazione a un carro armato) da parte di alcuni operai impegnati nella ripulitura di un tratto laterale di una strada nella frazione di Pettovallone: nello stesso giorno gli artificieri misero in sicurezza l’ordigno e lo fecero brillare. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA