Auto vietate nelle stradine tra i boschi: raffica di multe. Rabbia tra i cercatori di funghi, si preannunciano ricorsi

Martedì 9 Novembre 2021 di Leonardo Massacesi
Auto vietate nelle stradine tra i boschi: raffica di multe. Rabbia tra i cercatori di funghi, si preannunciano ricorsi

CINGOLI - Fioccano le multe ai cercatori di funghi che si addentrano con l’auto nella boscaglia del Monte Nero, sia se parcheggiano sui prati che ai lati della strada. E si allarga anche la protesta degli amanti dei funghi, secondo cui viene penalizzata in maniera eccessiva la propria passione. Diverse persone contestano le sanzioni e qualcuno si è rivolto già ad un legale per valutare l’eventuale ricorso. 

 

L’attività 

In un giorno solo sono state fatte una ventina di multe da parte dei carabinieri forestali. E siamo solo all’inizio della stagione dei funghi. In pratica le forze dell’ordine stanno multando tutte le auto che trovano all’interno del monte, dopo i due segnali di divieto di accesso. Prendono il numero della targa e poi spediscono il verbale all’intestatario del mezzo. Le sanzioni vanno da un minimo di 26,66 euro ad un massimo di 123, 95. Il divieto di accesso è segnalato agli ingressi della boscaglia in riferimento all’art. 5 della Legge regionale 52/1974 a tutela della flora. Sono cartelli vecchi di alcuni decenni e lo scorso maggio sono stati integrati con l’aggiunta di un nuovo cartello sempre con l’indicazione del divieto di accesso. Si tratta del Monte Nero, uno dei posti di eccellenza, tra i più gettonati dai cingolani, molto frequentato in questo periodo. Per entrare ci sono due ingressi principali: uno dall’edicola di San Cristoforo (dal campo di motocross si scende per Panicali) e l’altro sulla Sp 26 Cingoli-Apiro appena usciti dalla località Villa Pozzo in direzione del lago di Castreccioni. Fino all’anno scorso era tollerata la presenza delle auto ai margini della strada sterrata che attraversa il monte, mentre venivano sanzionate quelle parcheggiate sui prati. Quest’anno è assolutamente vietato entrare all’interno con l’auto. Da qui le multe e di pari passo le proteste. Va detto che per la raccolta dei funghi bisogna avere il patentino, altrimenti anche in questo caso si rischia di essere sanzionati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA