Serena morta a 21 anni in un incidente: i genitori costruiscono una chiesa per ricordarla

Sabato 9 Ottobre 2021
Serena morta a 21 anni in un incidente: i genitori costruiscono una chiesa per ricordarla

CASTELSANTANGELO SUL NERA - È ormai terminata la sala polivalente che sarà destinata a chiesa di Castelsantangelo sul Nera realizzata in memoria di una ragazza della provincia di Pesaro Urbino, Serena Polverari, morta tragicamente in un incidente stradale a soli 21 anni nel 2010.

Il virologo Menzo: «Il vaccino ai giovani funziona. Le discoteche? Non mi preoccupano»

 

L’iniziativa dedicata alla memoria di questa ragazza è stata voluta dai genitori della giovane, che hanno fondato l’associazione che porta il suo nome, dedita ad iniziative di solidarietà. La prima pietra è stata posta il 30 settembre del 2020, in occasione del decimo anniversario della morte della giovane originaria di Pian di Rose di Sant’Ippolito (Pesaro-Urbino). Ci sono voluti dodici mesi di lavori per terminare l’edificio in legno, con un’anima d’acciaio. La posa della prima pietra era stata celebrata a Castelsantangelo sul Nera con una piccola messa e momenti toccanti in ricordo della giovane Serena. Sono stati i genitori della ragazza a volere quest’opera, Marziano e Lorenza Polverari. 
Con l’associazione intitolata alla figlia, hanno raccolto i primi 70.000 euro necessari per la nuova chiesa di Castelsantangelo sul Nera. Sono rimasti colpiti dalla grande devastazione portata dal terremoto nel piccolo comune montano. Tutto è nato perché il signor Marziano come volontario di protezione civile di Sant’Ippolito, aveva portato soccorso nella zona subito dopo il sisma. La statua della chiesa, intitolata alla Madonna del Dono sulle prime non si trovava, ma poi è saltata fuori e portata in una delle frazioni di Sant’Ippolito, dove è stata restaurata con grande cura. Nonostante la pandemia e la rigidità della stagione invernale, i lavori sono proseguiti e ormai l’edificio a poca distanza dal Navigante svetta in tutta la sua eleganza.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA