Farmaci e alimenti con la canapa: vi spieghiamo il progetto dell’ateneo di Camerino

Farmaci e alimenti con la canapa: vi spieghiamo il progetto dell ateneo camerte
Farmaci e alimenti con la canapa: vi spieghiamo il progetto dell’ateneo camerte
di Monia Orazi
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Giugno 2022, 04:35

CAMERINO  - Con la canapa si possono avere usi alternativi e di grande interesse: è questa l’idea alla base del progetto portato avanti da un gruppo di ricerca di Unicam, denominato “Canapa revolution”, già presentato a diverse fiere ed eventi del settore agricolo. Grazie ai docenti e ricercatori dell’ateneo camerte, dalla canapa industriale viene fuori un prodotto depurato dalle scorie, con il principio attivo depurato, utile per essere impiegata nel settore alimentare e farmaceutico. 

 
Le proprietà
La pianta, il cui utilizzo è da tempo oggetto di controversie e polemiche per essere il materiale base di diverse sostanze stupefacenti, in realtà possiede diversi aspetti positivi, primo tra tutti quello di crescere senza ausilio di sostanze chimiche, di essere in grado di depurare i terreni su cui cresce e di catturare le emissioni di anidride carbonica. «L’idea imprenditoriale alla base del progetto Canapa Revolution - si legge nell’illustrazione del progetto fatta dai referenti Unicam: - è di utilizzare la canapa industriale come prodotto multifunzionale, in grado di fornire materie prime per applicazioni alimentari, nutraceutiche e farmaceutiche. Il progetto, coordinato per Unicam dal professor Filippo Maggi e di cui è responsabile scientifico il professor Riccardo Petrelli, entrambi della Scuola di Scienze del farmaco e dei prodotti della salute, ha come obiettivo l’estrazione e la purificazione del cannabidiolo dalla canapa industriale per il miglioramento della redditività della coltura».

L’impiego
L’obiettivo del lavoro dei ricercatori Unicam è quello di isolare nella sua forma pura e cristallina, dal materiale di scarto, il principio attivo presente nella canapa industriale fornita dall’azienda partner Coop Canapa. Durante il primo anno di ricerca sono stati messi a punto, grazie a dei macchinari acquisiti con il progetto Psr, una serie di effetti che hanno portato a ottenere un principio attivo purificato, utile per i diversi settori produttivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA