Crescimbeni brucia tutti, la spada è sua. Il terziere di Sossanta vince a sorpresa corsa e Palio

Lunedì 23 Maggio 2022 di Monia Orazi
Daniele Crescimbeni del terziere di Sossanta esulta con la spada


CAMERINO - È il terziere di Sossanta a vincere a sorpresa la quarantunesima edizione della Corsa alla Spada e Palio di Camerino: con una doppietta si è aggiudicata la corsa ed il palio. Artefice del trionfo è il 22enne studente universitario camerte Daniele Crescimbeni, che ha superato negli ultimi metri di gara gli avversari degli altri terzieri. Ha completato il percorso in quattro minuti e sei secondi precedendo Marco Ricci di Muralto, caduto pochi metri prima dell’arrivo, e Andrea Michiorri di Di Mezzo, già vincitore di una gara. 

 

Sossanta ha strappato il palio con 198 punti, mentre la staffetta rosa è andata alle atlete del terziere Di Mezzo. La gara è partita in ritardo rispetto agli anni scorsi, il via da San Venanzio con lo squillo di chiarina è stato dato alle 18,52. Lungo viale Leopardi hanno dominato gli atleti di Di Mezzo e Muralto; poi man mano a salire si è definito un gruppetto misto, ma negli ultimi metri prima del traguardo Daniele Crescimbeni, alla sua quarta gara, ha allungato il passo mettendo tutti alle spalle. È stato lui a sollevare la spada sotto lo sguardo dei giovani duchi Maria e Michele Cavallaro. 

«È stata una gara molto dura - ha commentato a caldo il vincitore - in salita ho visto che stavo rallentando ma poi ho spinto fino alle fine e a tre metri ho superato gli altri. Quest’anno ero più preparato mi sono concentrato solo sulla corsa, è andata bene. Merito del mio allenatore Stefano Moriconi». A festeggiare il vincitore i tifosi del terziere, i genitori, i compagni di squadra, le atlete della staffetta. Come da consuetudine ha impugnato la spada, sollevandola in alto davanti ai duchi per essere premiato dalla presidente Stefania Scuri. 

Uno sventolare di bandiere biancorosse e urla di gioia hanno accompagnato sul palco della corte il gruppo di Sossanta. Il pomeriggio di festa si è consumato in un clima estivo, con tantissimo pubblico a fare da cornice, felice di ritrovare dopo due anni la corsa in presenza. Sono intervenuti l’ex presidente della Provincia Antonio Pettinari, il rettore Unicam Claudio Pettinari, il commissario prefettizio Paolo De Biagi e don Marco Gentilucci.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA