I carabinieri lasciano i container: ecco la nuova caserma (anche se provvisoria) in centro storico

I carabinieri lasciano i container: nuova caserma (anche se provvisoria) in centro storico
I carabinieri lasciano i container: nuova caserma (anche se provvisoria) in centro storico
di Monia Orazi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Dicembre 2021, 09:21

CAMERINO - Taglio del nastro per la caserma provvisoria dei carabinieri, in piazza Garibaldi, nel centro storico di Camerino. È stata inaugurata a palazzo Sant’Angelo, messo a disposizione dalla Provincia di Macerata. Una cerimonia sobria e molto sentita, con l’inno, l’alzabandiera ed il ricordo di chi si è sacrificato per compiere il proprio dovere, come è nello stile dell’Arma dei carabinieri.

Lo scoprimento della targa che identifica la caserma è stato effettuato dalla madrina della cerimonia, la signora Giovanna Paolone, vedova del maresciallo capo Sergio Piermanni, medaglia d’oro al valor militare. 

Si tratta dell’ultima inaugurazione pubblica da presidente della Provincia per Antonio Pettinari, il cui mandato è prossimo alla scadenza: «È una giornata bellissima e storica, perché è la dimostrazione che la burocrazia si può battere con la sinergia tra tutte le istituzioni ed il lavoro di squadra. Avevamo preso l’impegno tutti insieme di trasferire nel più breve tempo possibile i militari, costretti a lavorare in condizioni assolutamente inaccettabili (la vecchia sede era nei container, ndr). È anche un regalo di Natale, non solo ai carabinieri, ma anche al territorio, perché i servizi di sicurezza sono meglio organizzati».

Sono intervenuti, tra gli altri, il prefetto Flavio Ferdani, il questore Vincenzo Trombadore, l’arcivescovo monsignor Francesco Massara, il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Nicola Candido, il comandante della Compagnia di Camerino Angelo Faraca e il presidente dell’Unione montana Alessandro Gentilucci. A parlare per tutti i militari in divisa è stato il generale di brigata Fabiano Salticchioli, comandante della legione carabinieri Marche: «Si tratta di una struttura di oltre 1.250 metri quadrati, è già organizzata da alcuni giorni la centrale operativa, interamente attrezzata con la strumentazione informatica, che la rende interoperabile con tutta la struttura di comando e controllo dell’Arma dei carabinieri. Si assicura un maggior presidio a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, non solo nella città di Camerino, ma in tutto il resto del territorio di competenza della Compagnia carabinieri». Hanno portato il loro saluto anche il presidente della Regione Francesco Acquaroli ed il sindaco di Camerino Sandro Sborgia. In corso di appalto i lavori per la nuova caserma a Vallicelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA