Serate a teatro nel rifugio ad alta quota per far riscoprire il fascino dei Sibillini: ecco le date e il calendario

Martedì 20 Luglio 2021 di Veronica Bucci
Serate a teatro nel rifugio ad alta quota per far riscoprire il fascino dei Sibillini: ecco le date e il calendario

BOLOGNOLA  - Il teatro ad alta quota. Lo senario dei Sibillini faranno da sfondo alla rassegna teatrale organizzata al rifugio Pintura di Bolognola, aperto un anno fa per riportare la gente ad ammirare gli scenari montani. Si tratta di una rassegna gratuita per il pubblico realizzata grazie alla sponsorizzazione del “Rifugio Pintura”, al patrocinio del Comune, della Pro loco La Sibillina, del “Mama” e alla compagnia “Ruvido Teatro”. 

 

La rassegna “Il teatro di Paglia” avrà luogo nel giardino del rifugio in località di Pintura di Bolognola e prevede eventi teatrali e non, tutti con inizio alle 18.30 per permettere a tutti di goderli all’aperto in una cornice meravigliosa. Il programma sarà aperto venerdì 23 luglio con “Bevo il vin cogli occhi poi” liberamente ispirato alla Locandiera di Goldoni. Secondo appuntamento sabato 7 agosto con “Il circo o quasi” divertente riproposizione di un circo pasticcione dove acrobati imbranati, clown musicisti, domatori di belve feroci coinvolgeranno il pubblico per far ridere grandi e piccini.


Giovedì 12 agosto l’evento realizzato da Tea Fonzi “Chi è la Sibilla Appenninica?” con racconti storie incredibili. Al termine degustazione gratuita dei prodotti della Distilleria Varnelli. Infine, giovedì 26 agosto, lo spettacolo “Arlecchino servo truffaldino” una rivisitazione in chiave comica dell’Arlecchino servitore di due padroni di Goldoni. Tutti gli spettacoli ed eventi saranno ad ingresso gratuito su prenotazione. (tel. 0737 434249; mobile 331 4933037). 


Come detto, la rassegna nasce dalla volontà di valorizzare e non abbandonare i i monti Sibillini, fortemente provati dagli eventi sismici e dalla pandemia. Quasi un anno fa, ad agosto, è stato riaperto il “Rifugio Pintura”, una delle prime strutture create negli anni ‘60 dall’Ente turismo della provincia di Macerata con lo scopo di incrementare, già in quegli anni, il turismo di montagna per accogliere un turista che ami. È in questo quadro che si inserisce la rassegna teatrale al rifugio: la voglia di far conoscere storia e luoghi straordinari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA