Neve sciolta, impianti chiusi sui Monti Sibillini: «Restano aperti solo rifugi e ristoranti»

La neve sciolta a Bolognola (foto pubblicata su Fb da Bolognola Ski)
La neve sciolta a Bolognola (foto pubblicata su Fb da Bolognola Ski)
di Monia Orazi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Dicembre 2021, 06:50

BOLOGNOLA  - Le forti piogge cadute per tutta la giornata di ieri hanno praticamente reso impossibile sciare sui Monti Sibillini. Aperti solo rifugi e ristoranti. Sono rimasti tutti chiusi gli impianti di Sassotetto di Sarnano e Pintura di Bolognola, perché il maltempo ha imperversato fin dal mattino con pioggia e un rialzo termico, che hanno praticamente fatto dissolvere gran parte del manto nevoso, che per tutta la scorsa settimana ha garantito la possibilità per gli appassionati di trascorrere giornate soleggiate sulle piste da sci.

 

A dare l’annuncio per Pintura i gestori della stazione sciistica Bolognola Ski che lo hanno annunciato sui social: «Buongiorno vista la pioggia e le alte temperature della notte siamo a comunicare purtroppo che anche il tappeto Scoiattolo resterà chiuso per mancanza di neve! Siamo fiduciosi ancora la stagione è solo all’inizio e confidiamo in nuove nevicate per inizio gennaio. Tutti i rifugi e ristoranti saranno comunque regolarmente aperti per tutte le festività».

La speranza dunque viene dai primi giorni del nuovo anno, in attesa della caduta di altre precipitazioni nevose, che consentano di formare un manto che può essere battuto, in modo da poter sciare. Anche per Frontignano i gestori stanno lavorando per la riapertura che appunto dovrebbe avvenire entro il mese di gennaio, sempre dopo l’avvenuto collaudo dell’Ustif, e sempre che ci siano le condizioni meteo per poter riaprire. È stata prolungata dalla Protezione civile regionale a tutta la giornata di oggi, l’allerta gialla per criticità meteo idrogeologica sempre dovuta alla forte pioggia ed è segnalato il rischio valanghe sull’area est dei monti Sibillini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA