La Costa Azzurra luogo d’incanto tra spiagge, mare e mete culturali

Da Nizza a Cagnes-sur-Mer e Antibes Tappe obbligatorie Cannes e Saint-Tropez

Da Nizza a Cagnes-sur-Mer e Antibes Tappe obbligatorie Cannes e Saint-Tropez
Da Nizza a Cagnes-sur-Mer e Antibes Tappe obbligatorie Cannes e Saint-Tropez
di Saverio Spadavecchia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Maggio 2024, 02:50 - Ultimo aggiornamento: 12:40

Da sempre meta di turisti, la Costa Azzurra ha nel corso degli anni mantenuto inalterato il suo fascino sapendo unire cultura, svago e un meraviglioso mare. Nizza è la prima tappa di un viaggio che permetterà di scoprire molto più di semplici località di villeggiatura. In città oltre al mare, le spiagge e le splendide passeggiate in riva al Mediterraneo è possibile scoprire autentici capolavori. Si possono visitare il museo Matisse, il museo nazionale di Marc Chagall e la cattedrale. Di grande interesse la cucina nizzarda, luogo d’origine della celebre insalata omonima. Accanto a molti piatti che hanno un’origine locale anche un buon numero di piatti provenzali. 

Il museo di Renoir

Altro museo degno di note è quello dedicato a Renoir, a Cagnes-sur-Mer, lungo la strada che porta ad Antibes. Situato all’interno della casa dove il pittore passò gli ultimi anni della sua vita, vi sono custodite ed esposte numerose opere dell'artista. Dopo il museo Renoir si arriva finalmente ad Antibes, dove tra la città e Juan les Pins si estende il famoso promontorio di Cap d’Antibes dove Francis Scott Fitzgerald ambientò parte del suo romanzo “Tenera è la notte”. e dove sorgono alcuni tra i più esclusivi hotel del mondo. Ma in città si può ammirare il caratteristico centro storico e soprattutto il Museo Picasso. Altra città da visitare è senza dubbio Cannes. Nota per il suo celeberrimo festival del cinema, la città è da sempre meta ideale per chi cerca clima mite e spiagge. Si può passeggiare lungo la Croisette, si può visitare il porto vecchio e non si deve dimenticare il Suquet, il quartiere più antico della cittadina francese. Fuori dai consueti schemi turistici si può visitare l’isola di Sant’Onorato, che fa parte del piccolo arcipelago delle isole di Lerino che sono proprio davanti la costa di Cannes. Sull’isola di Sant’Onorato si può ammirare l’abbazia di Lerino. Celebre per il suo monastero fortificato, il primo nucleo dell’abbazia cistercense risale all’undicesimo secolo. Ancora un breve tragitto per raggiungere Saint-Tropez. Il centro storico della città, conosciuto come “La Ponche”, si trova sotto la Cittadella, ed è la zona più autentica della città caratterizzata da vicoli e stradine pieni di negozi, boutique di lusso, caffè e ristoranti. Da vedere il Museo della Gendarmeria e del Cinema, ospitato all’interno di una vecchia caserma. All’interno delle sale viene ricostruita e ricordata la storia cinematografica di Saint-Tropez, con l’edificio che divenne famoso negli anni '60 grazie alla serie di film comici “I gendarmi di Saint-Tropez”. Da vedere anche il museo dell'Annunziata, situato all'interno della cinquecentesca cappella dell’Annunziata, ospita al suo interno quadri di Paul Signac, Pierre Bonnard e Henri Matisse.

L’ultima tappa

Ultima tappa dopo Saint-Tropez è l’isola di Porquerolles. Il villaggio omonimo, dotato anche di un piccolo porto, ha dato il nome a tutta l’isola ed è abitato da circa 200 persone che vivono quasi essenzialmente di turismo. Molto belle le spiagge coperte di pini, erica e mirto, e tra queste le più note sono quelle di Notre Dame, La Courtade e Plage d’Argent.

© RIPRODUZIONE RISERVATA