Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nuovo decreto, visite a parenti e amici: dall'1 maggio possibili in quattro adulti più minori. Da metà giugno niente limiti (tranne in zona rossa)

Nuovo decreto, visite a parenti e amici: dall'1 maggio possibili in quattro adulti più minori. Da metà giugno niente limiti (tranne in zona rossa)
di Diodato Pirone
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 21 Aprile 2021, 16:01 - Ultimo aggiornamento: 16:11

Dal 26 aprile con la riapparizione della fascia gialla tornerà ad essere più facile incontrare persone soprattutto all'aperto. Per visitare amici e parenti al chiuso occorrerà invece aspettare il primo maggio. Da questa data e fino al 15 giugno 2021 il decreto che sta per essere varato dal governo prevede quanto segue: «Nella zona gialla e, in ambito comunale, nella zona arancione, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti e nel limite di quattro persone, oltre ai minorenni».

Nuovo decreto Draghi, dal 26 aprile torna la zona gialla: dal Lazio alla Lombardia 14 regioni verso il cambio

Dal 16 giugno non ci sarà alcuna limitazione ad eccezione delle eventuali Regioni in fascia rossa.

Quindi è bene ripeterlo con parole semplicissime: in fascia gialla si può andare a far visita a amici e parenti, anche in quattro adulti più minorenni; in fascia arancione si possono effettuare le visite ma solo nell'ambito del territorio del proprio comune di residenza. Questi limiti cadranno dal 15 giugno tranne che per i territori che a quella data risulteranno "rossi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA