Accoltella il marito 76enne dopo una lite e poi chiama i carabinieri. Arrestata donna di 34 anni

Il 76 enne è in gravi condizioni ma non in pericolo di vita; la moglie, originaria del Kenya, è stata arrestata con l'accusa di tentato omicidio.

Accoltella il marito 76enne dopo una lite e poi chiama i carabinieri. Arrestata donna di 34 anni
Accoltella il marito 76enne dopo una lite e poi chiama i carabinieri. Arrestata donna di 34 anni
di Redazione web
3 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Marzo 2023, 08:01 - Ultimo aggiornamento: 08:05

È stata lei stessa ad allertare i soccorsi, dicendo al telefono «ho accoltellato al petto mio marito». Immediato l'intervento dei Carabinieri della Stazione di Arcore che, appena fatto accesso nell'abitazione, hanno trovato l'uomo adagiato sul divano, con una profonda lesione al centro del torace.

Scardina come sta: il pugile grave in ospedale. Il manager: «Lesionate due vene, serve pazienza»

L'uomo ricoverato in ospedale in codice giallo

Nonostante l'importante ferita, per cui dopo le prime medicazioni è stato trasportato in codice giallo al Pronto Soccorso dell'Ospedale San Gerardo di Monza, il 76enne riusciva a fornire i lineamenti fondamentali della vicenda.

Nello specifico, raccontava che la moglie, a seguito di una discussione, dopo aver ingerito importanti quantitativi di bevande alcoliche, senza preavviso e con un gesto d'impeto inaspettato, afferrava un coltello da cucina e glielo infilzava con decisione al centro del petto.

Il coltello trovato sul tavolo della cucina

È stato proprio l'uomo a indicare ai militari operanti l'arma del delitto, appoggiata dalla 34enne sul tavolo della cucina ancora intriso di sangue, sequestrata dai militari. I sanitari sono comunque riusciti a stabilizzare il quadro clinico, che rimane severo ma stabile. È stato escluso il pericolo di vita. Per gli ulteriori accertamenti, la donna è stata quindi condotta in caserma ove, sottoposta all'alcoltest, accertamento finalizzato a verificare il quantitativo di alcol presente nel sangue, risultava positiva, con un tasso di 2,07 g/l. Alla luce delle evidenze raccolte, i Carabinieri della Compagnia di Monza hanno quindi proceduto all'arresto della Keniota per tentato omicidio nei confronti del congiunto. Al termine delle formalità, l'arrestata è stata tradotta presso il Carcere di Milano San Vittore, a disposizione dell'A.G. di Monza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA