Incidente funivia Mottarone, chi sono le vittime: tre giovani coppie, la famiglia e il bambino di due anni

Domenica 23 Maggio 2021 di Simone Pierini
Incidente funivia Mottarone, chi sono le vittime. I soccorritori: «Tra loro turisti tedeschi»

Stroncate cinque famiglie. Sale a 14 il bilancio dei morti dell'incidente della funivia del Mottarone. La tragedia della funivia del Mottarone ha colpito cinque famiglie, due residenti in Lombardia, una in Emilia Romagna e una in Calabria. In particolare, una famiglia residente a Pavia era di origini israeliane.

 

Incidente funivia sul Mottarone, come stanno i due bambini (9 e 5 anni) feriti nello schianto

 

Chi sono le vittime: i nomi

Biran Amit, nato in Israele il 2 febbraio 1991 e residente a Pavia; Peleg Tal, nata in Israele il 13 agosto 1994 e residente a Pavia; Biran Tom, nato a Pavia il 16 marzo 2019 e residente a Pavia; Cohen Konisky Barbara, nata in Israele l' 11 febbraio del 1950; Cohen Itshak, nato in Israele il 17 novembre 1939; Shahaisavandi Mohammadreza, nato in Iran il 25 agosto 1998, residente a Diamante (Cosenza); Cosentino Serena, nata a Belvedere Marittimo (Cosenza) il 4 maggio del 1994 e residente a Diamante (Cosenza); Malnati Silvia, nata a Varese il 7 luglio del 1994, residente a Varese; Merlo Alessandro, nato a Varese il 13 aprile del 1992, residente a Varese; Zorloni Vittorio nato a Seregno, Milano, l'8 settembre del 1966, residente a Vedano Olona (Varese); Gasparro Angelo Vito, nato a Bari il 24 aprile 1976, residente a Castel San Giovanni (Piacenza); Pistolato Roberta, nata a Bari il 23 maggio del 1981, residente a Castel San Giovanni. A questo elenco si aggiungono i nomi degli ultimi tre deceduti. Si tratta di Itshak Cohen, residente in Israele, Elisabetta Persanini di Vedano Olona e il piccolo Mattia Zorloni, anche lui di Vedano Olona, rimasto gravemente ferito nell'incidente e deceduto nel tardo pomeriggio in ospedale a Torino.

 

Funivia precipita sul Mottarone, Giovannini: «Subito commissione per verifiche sui lavori svolti in passato»

 

 

 

Roberta e Angelo, l'ultimo sms

L'ultimo sms, poi il volo tragico che le è costato la vita. Roberta Pistolato, 40 anni proprio oggi, e Angelo Vito Gasparro, 45, morti nell'incidente di Mottarone, erano coniugi residenti nel Piacentino, entrambi originari di Bari La coppia, residente da tempo a Castelsangiovanni, si trovava in gita al lago Maggiore per festeggiare il compleanno di lei. La famiglia in Puglia però non ha più avuto sue notizie dalle 11, quando la 40/enne ha inviato alla sorella l'ultimo sms: «Stiamo salendo in funivia». Roberta era fresca di studi in Medicina e lavorava come guardia medica alla Asl di Piacenza.

 

Video

 

Silvia e Alessandro, fidanzati di Varese

Silvia Malnati, 27 anni e Alessandro Merlo, di 29, due delle 14 vittime della tragedia delle funivia del Mottarone erano due fidanzati di Varese. Silvia Malnati era impiegata nel negozio di cosmetica «Kiko» a Milano. Appassionati di natura, mare e montagna, erano partiti insieme per una gita fuori porta, forse la prima al termine del lungo anno di privazioni ed avevano scelto la montagna che si erge tra il Lago Maggiore e il Lago d'Orta.

 

Video

 

Serena e il fidanzato Mohammadreza, 27 e 23 anni

Serena Cosentino, la ragazza di 27 anni, di Diamante, morta nell'incidente della funivia Stresa- Mottarone, da alcuni mesi si era trasferita a Verbania dove aveva vinto un concorso come borsista di ricerca al Cnr Istituto di Ricerca sulle Acque prendendo servizio il 15 marzo. In precedenza aveva studiato alla Sapienza di Roma. Nell'incidente è morto anche il fidanzato Mohammadreza Shahaisavandi (23), iraniano. Anche lui risulta residente a Diamante, ma viveva a Roma dove studiava. Il ragazzo era andato a trovare la fidanza a Verbania e insieme erano andati a fare una gita sul Mottarone. Serena aveva compiuto gli anni il 4 maggio.

 

Funivia precipitata sul Mottarone a Stresa: cavo portante spezzato oppure “scarrucolato”, le ipotesi per le indagini

 

Stroncata una famiglia israeliana

Una intera famiglia di origini israeliane, residente a Pavia, padre, madre e due figli, è stata quasi completamente distrutta nell'incidente della funivia del Mottarone, a Stresa. Nell'elenco delle vittime figurano infatti Amit Biran, 30 anni, residente a Pavia in via Cà Bella 18, la moglie Tal Peleg, 26 anni, e il figlio Tom, 2 anni. L'altro figlio della coppia, che era insieme a loro, è stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Regina Margherita di Torino ma non si sa ancora se sia il bambino sopravvissuto. La famiglia si era recata questa mattina nella località del Lago Maggiore per una gita. Amit Biran, dal 2018 era iscritto all' Università di Medicina di Pavia. Nella sua pagina Facebook ha pubblicato nei giorni scorsi diversi post riguardanti il conflitto tra israeliani e palestinesi: ci sono anche filmati e alcuni messaggi scritti in ebraico. L'ultimo è del 19 maggio scorso ed era critico nei confronti delle affermazioni della rappresentante democratica al congresso Usa, Alexandria Ocasio-Cortez che contestava la fornitura di armi Usa ad Israele che venivano usate «per colpire scuole, ospedali, siti civili dei media e di organizzazioni umanitarie». Amit aveva rilanciato una risposta di una altro utente di Facebook con la quale si replicava alla deputata statunitense che Hamas utilizza «civili come scudi umani per proteggere i siti da dove vengono lanciati i razzi contro Israele» e che «Israele prende ampie misure per ridurre al minimo le vittime civili». La moglie Tal era originaria di Tel Aviv. Avrebbe compiuto 27 anni il prossimo 13 agosto.

 

Morti i bisnonni della famiglia israeliana

Figurano anche i bisnonni della famiglia israeliana residente a Pavia tra le vittime dell'incidente della funivia del Mottarone. Itshak Cohen, 82 anni, e la moglie Barbara Cohen Konisky, 70 anni, erano i nonni di Tal Peleg, 26 anni, moglie di Amit Biran, 30 anni, e mamma, di Tom. Itshak Cohen e la moglie erano arrivati da alcuni giorni a Pavia per trovare i loro parenti. Oggi si erano recati tutti in Piemonte per una gita al Mottarone. Amit Biran, che sulla sua pagina Facebook si presentava come studente alla Facoltà di Medicina dell'Università di Pavia, svolgeva attualmente la funzione di tirocinante.

 

 

 

Una quinta famiglia distrutta

C'è una quinta famiglia distrutta nell'incidente del Mottarone: oltre a Vittorio Zorloni, infatti, di Vedano Olona a bordo della funivia c'era anche Elisabetta Persanini, nata nel 1983, e il loro piccolo figlio di 5 anni, che è morto dopo essere stato trasportato a Torino. Secondo quando risulta dall'elenco delle vittime, invece, il bambino che è ancora ricoverato all'ospedale infantile di Torino è il figlio della coppia israeliana, anche lui di 5 anni.

 

Il sindaco di Stresa: «Comunità in lutto»

«È un lutto per tutta la comunità. Il bilancio al momento è di dodici vittime e tre feriti. In questo momento i soccorritori sono ancora al lavoro». A dirlo all'Adnkronos il sindaco di Stresa Marcella Severino che si trova sul luogo dove è precipitata la cabina della funivia sul Mottarone. «Appena sono stata informata sono corsa qui e ci siamo trovati davanti a una tragedia», racconta la sindaca. La funivia «che è gestita da una società aveva subito negli anni scorsi degli interventi importanti. Da quello che abbiamo appreso finora a spezzarsi è stata un cavo - aggiunge - ma ora saranno le indagini ad accertare cosa è avvenuto».

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 10:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA