Strage di Palermo, i feretri di Kevin ed Emanuel alla camera ardente. Disegni e striscioni per ricordare i due fratelli

foto
Lunedì 19 Febbraio 2024, 13:33 - Ultimo aggiornamento: 18:17

Lutto cittadino ad Altavilla Milicia (Palermo), il paese in cui è è avvenuta la strage familiare in cui sono stati uccisi Antonella Salamone di 40 anni con i suoi due figli, Kevin di 16 anni ed Emanuel di 5 anni. Dalle 12 alle 20 aperta la camera ardente nel plesso comunale Zucchetto. Alle 18 don Salvo Priola, il parroco, presiederà un momento di preghiera e di commiato. «Con la certezza di interpretare il profondo sentimento di cordoglio dell'intera Comunità altavillese ho proclamato, d'intesa con gli altri Amministratori comunali, il lutto cittadino per oggi, in cui saranno tumulate le salme di Kevin ed Emmanuel Barreca, tragicamente morti insieme alla madre Antonella Salamone», dice il sindaco Pino Virga.

Le vittime saranno seppellite nel cimitero di Altavilla.

Lo stesso sindaco di Altavilla Milicia ha deciso che si costituirà parte civile nel processo sul triplice omicidio. Intanto dall'autopsia eseguita sui corpi delle tre vittime sono state confermate le sevizie e le torture sulle tre vittime. Il medico legale ha confermato l'esistenza di traumi ripetuti e anche tracce compatibili, in particolare, con delle bruciature sui corpi di Kevin ed Emanuel Barreca. La donna sarebbe stata data alle fiamme dopo i riti a cui p stata sottoposta dal marito, Giovanni Barreca, ma anche dall'altra figlia diciassettenne, e da una coppia di palermitani, Massimo Carandente e Sabrina Fina. Sono tutti in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA