Milano, l'autista che ha dirottato il bus degli studenti: «basta morti in mare, qui non si salverà nessuno»

Mercoledì 20 Marzo 2019
Lo conoscevano tutti a scuola Ousseynou Sy, l'italiano di origini senegalesi che ha sequestrato un pullman questa mattina e gli ha dato fuoco. Aveva precedenti per guida in stato di ebbrezza e molestie sessuali. Gli studenti che sono stati minacciati hanno raccontato che «voleva andare a Linate e fare una strage». Da una quindicina d’anni collaborava per le Autoguidovie di Crema.

Autista sequestra scuolabus con 51 bimbi e lo incendia: 14 in ospedale. «Basta morti in mare»

«Voglio farla finita, vanno fermate le morti nel Mediterraneo». È quanto avrebbe detto, secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, minacciando di uccidersi.«Non si salverà nessuno», gridava secondo quanto ha riferito il comandante provinciale dei Carabinieri Luca De Marchis. Dopo esser stato bloccato, l'uomo è sceso dal pullman con in mano un accendino e ha dato poi fuoco al mezzo, mentre i carabinieri salvavano dalla parte posteriore i ragazzi dopo aver rotto i finestrini.

«Lo conoscevamo» ha spiegato uno degli insegnanti che era con i ragazzi e che ora si trova con loro all'istituto comprensivo Margherita Hack di San Donato. Non era quindi la prima volta che guidava un autobus con a bordo gli studenti. «Voleva arrivare sulla pista di Linate» ha aggiunto, spiegando che ce l'aveva con il governo per le politiche sui migranti.

 
Ultimo aggiornamento: 14:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA