COOP OPERAIE
CHIUDE LO SPACCIO DI TORRE
CANCELLATO UN PEZZO DI STORIA

COOP OPERAIE
CHIUDE LO SPACCIO DI TORRE
CANCELLATO UN PEZZO DI STORIA
La bufera che ha investito le Cooperative operaie di Trieste dell'Istria e del Friuli ha determinato la morte dello spaccio Coop di Torre, un vero negozio storico, che aveva radici profonde nella comunità locale. Dispiace veramente che nessuna istituzione pordenonese abbia sentito il dovere di impegnarsi, in qualche modo, per la salvaguardia dell'antico negozio che, ben si può dire, rappresenta un pezzo della storia di Torre. Forse non tutto è ancora perduto e qualche iniziativa presso i liquidatori delle Coop triestine e presso le varie organizzazioni cooperative può essere ancora possibile, nella ricerca di una ditta disposta a rilevare l'azienda che, essendo un negozio di prossimità, rappresenta un vero e proprio valore sociale per la popolosa comunità torrese.
Giorgio Braulin
Pordenone
CANI NEI PARCHI
UN PO' DI CONFUSIONE
SUI NUOVI REGOLAMENTI
Sono il felice possessore di un cane di media taglia e vorrei consigliare agli amministratori pordenonesi di affiggere il nuovo regolamento per la conduzione dei cani all'esterno dei parchi pubblici. Ho notato, infatti, molta confusione nell'interpretare le norme e, forse, anche l'ignoranza delle stesse da parte di qualche proprietario, che continua a tenere i cani senza guinzaglio anche dove non si potrebbe.
Federico Porracin
Pordenone

Martedì 30 Giugno 2015, 05:59 - Ultimo aggiornamento: 30-11--0001 00:00

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO