Ancona-Fano, un derby
​all'insegna degli ex

Mister Cornacchini
Mister Cornacchini
1 Minuto di Lettura
Sabato 21 Dicembre 2013, 14:43 - Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre, 15:28
ANCONA - Il XXXI confronto tra Ancona e Fano sar il match clou dell’ultima giornata di andata in serie D. Un derby all’insegna degli ex, a cominciare da Giovanni Cornacchini, fanese doc, già giocatore e allenatore granata, oggi alla guida dei dorici.

“Non sarà un’emozione particolare, non è la prima volta che affronto il Fano - dice Cornacchini -. Sono molto concentrato su una partita che dobbiamo vincere per chiudere l’anno nel modo migliore, con sei punti di vantaggio sulla seconda. Le inseguitrici hanno partite facili, non mi aspetot regali”.



L’Ancona deve rinunciare agli squalificati D’Alessandro e Fabi Cannella, oltre agli infortunati Sivilla e Mallus: a centrocampo debutta il nuovo acquisto Di Ceglie, in attacco ballottaggio tra Tavares e Pazzi, col portoghese favorito.



Il Fano, carico dopo la vittoria con la Maceratese, conta di fare lo sgambetto all’Ancona, pur partendo sfavorito, sulla carta. “Non è vero che non abbiamo nulla da perdere perché il Fano è sempre il Fano - ribatte mister Omiccioli -. Ci vorrà una gara al limite della perfezione contro l’Ancona. Voglio rivedere lo stesso spirito di sacrificio dell’ultima partita. Le motivazioni si troveranno da sole, senza doverle cercare”. Assenze pesanti anche nel Fano: Cesaroni è squalificato, Sassaroli e Righi infortunati. Problema under per Omiccioli, che ritrova tra i pali Ginestra, ma sulla fascia dovrà far debuttare il ’96 Marconi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA