Dopo la cerimonia di apertura
il Brasile vince contro la Croazia 3-1

Giovedì 12 Giugno 2014
Dopo la cerimonia di apertura il Brasile vince contro la Croazia 3-1
SAN PAOLO - Via al Mondiale di calcio di Brasile 2014. I padroni di casa vincono contro la Croazia la partita di esordio ma stentano molto pi del dovuto.

Non mancheranno le polemiche per l'arbitraggio apparso alla maggior parte degli osservatori molto a favore dei padroni di casa in particolare per la mancata espulsione di Neymar e il rigore che ha portato in vantaggio i verde-oro.



LA CRONACA





LA CERIMONIA DI APERTURA - Prima della partita, c'è stata la cerimonia di apertura. Una cerimonia breve, durata solamente 25 minuti, che ha rivisto il protocollo dopo i fischi che fecero da sfondo agli interventi del presidente brasiliano Dilma Rousseff e del n.1 della Fifa, Joseph Blatter, un anno fa a Brasilia all'apertura della Confederations Cup. Eliminati, quindi, gli interventi introduttivi del capo di Stato brasiliano e del dirigente svizzero per il timore di contestazioni.



Al centro dunque lo spettacolo animato da 660 figuranti, una finestra per raccontare agli spettatori sugli spalti e a quelli in televisione la cultura e la storia del Brasile. Primo simbolo ad essere raffigurato la natura che caratterizza il Brasile: mare, fiumi e la Foresta Amazzonica. Si passa poi a una sezione dedicata ai popoli che compongono il Paese, per passare poi alla danza con alcuni ballerini che hanno mostrato alcuni balli popolari e passi di capoeira. Al centro della scena un globo luminoso formato da led che ha preso i colori del 'brazucà, il pallone ufficiale dei Mondiali, per poi replicare le bandiere dei 32 paesi partecipanti. L'attenzione è poi andata su un giovane paraplegico che grazie ad una struttura di supporto ha dato un calcio al pallone dando di fatto avvio al Mondiale. Magicamente il globo luminoso si è aperto diventando un palco su cui si sono esibiti nell'inno ufficiale della manifestazione, 'We are onè il rapper Pitbull, vestito con la maglia gialla del Brasile, e le cantanti Jennifer Lopez vestita di verde e Claudia Leitte di azzurro, il colori della bandiera brasiliana, assieme agli Olodum.





Sono 8 i capi di Stato e di governo presenti nell'impianto capace di ospitare 61mila e 600 spettatori. Battesimo del fuoco per l'Itaquerao visto che come test di rodaggio ha ospitato solamente due incontri con una affluenza di pubblico decisamente al di sotto della sua capienza massima. Un'ora e mezzo dopo l'inizio della cerimonia la parola passerà al campo con una novità, a differenza del consueto match d'esordio dedicato ai campioni del mondo uscenti, la Spagna di Vicente del Bosque vincitrice quattro anni fa in Sudafrica, l'onore del primo match è stato affidato al Brasile padrone di casa che affronta la Croazia. Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA