Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Chiesanuova fa un ribaltone
e pensa al derby

Il Chiesanuova fa un ribaltone e pensa al derby
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Novembre 2013, 13:47 - Ultimo aggiornamento: 13:48
ANCONA - Un imperioso do di petto del piccolo Chiesanuova che ha spazzato via il quotato Monticelli. Un secco 3-0 quello maturato dalla squadra biancorossa al termine di una prestazione praticamente perfetta. “La più bella partita del campionato - sottolinea l’allenatore Ermanno Carassai -. Abbiamo disputato proprio una bella prestazione, siamo stati bravi a leggere la partita. Li abbiamo affrontati come meglio credevamo, sfruttando la profondità e il contropiede. Un plauso a tutti i ragazzi che sono stati grandi contro la squadra più forte del campionato, almeno tra quelle affrontate”.



Visto che ha già giocato contro le prime tre della classifica, ritiene il Monticelli la più forte?

“Sì - afferma Carassai -. Con le altre due abbiamo perduto male, perché non meritavamo di perdere a Porto d’Ascoli dove abbiamo preso gol dalla fine con un invenzione di Cacciatori. Meritavamo di vincere con il Montesangiusto, ma abbiamo fatto due errori in concomitanza di tre infortuni gravi che ci hanno costretto a giocare con cinque fuoriquota negli ultimi minuti e gli avversari ne hanno approfittato. Domenica mi aspettavo una partita importante dai ragazzi, in quanto li avevo visti bene nell’ultimo periodo anche se non avevamo più vinto, pur giocando sempre delle belle partite”.



Una prima parte di campionato comunque positiva…

“Direi di sì, noi ci siamo stati sempre: abbiamo sbagliato solo la partita con la Vis Macerata dove abbiamo meritato di perdere perché giocata malissimo. Adesso l’importante è non cullarci più di tanto perché abbiamo vinto solo una partita e dobbiamo dare continuità alle nostre prestazioni”.



Con un Manuel Fernando Carca (doppietta contro il Monticelli e già sei gol all’attivo) in queste condizioni, non dovrebbe essere difficile dare seguito alle recenti prestazioni…

“Carca sta facendo benissimo. Sono contento per lui perché è un ragazzo che merita, però tutta la squadra sta facendo bene, come Marilungo e Pettinari. Siamo bravi nel mettere in condizione le punte di far bene, poi c’è Carca che concretizza il lavoro di tutta la squadra. Questo nonostante i vari gravi infortuni, in quanto con il Monticelli eravamo contati. I ragazzi si stanno impegnando tutti, poi ci sono giocatori come Carca, Tombesi, Avallone e Giulietti che fanno dell’esperienza la loro dote migliore, aiutando i più giovani a crescere”.



Che obiettivi vi ponete?

“Noi dobbiamo salvarci, siamo una squadra molto giovane che a volte pecca d’ingenuità”.



Classifica alla mano, il Chiesanuova è a un solo punto dal quinto posto…

“Io guardo piuttosto sotto, dove siamo a un punto dai playout: è una classifica corta e strana”.

Sabato, intanto, c’è il derby con l’Aurora Treia...

“Questa è una partita molto importate per noi, per la società e la tifoseria. Da quando sono arrivato ad agosto già ne parlavano. Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni. Già in Coppa ci siamo affrontati e abbiamo vinto noi per 2-1 in casa loro”.

“Ora ci aspetta la sfidac on l’Aurora Treia Da quando sono arrivato ad agosto già ne parlavano”
© RIPRODUZIONE RISERVATA