Calcio a 5, la Coppa Marche
cerca i re da incoronare

Venerdì 3 Gennaio 2014
Calcio a 5, la Coppa Marche cerca i re da incoronare
FALCONARA - Al PalaBadiali di Falconara prendono il via le finali di Coppa Marche di calcio a 5. Una manifestazione che per il quinto anno consecutivo coccolerà migliaia di appassionati di futsal per quattro giorni, fino all’epilogo delle tre finalissime in programma nel giorno della Befana.



Tre competizioni in una, venti squadre ai nastri di partenza, per un totale di ben 17 partite ufficiali in quattro giorni (più due amichevoli nella mattinata del 6). L'organizzazione è in mano al Città di Falconara, una delle società più dinamiche della regione che per fare le cose in grande ha previsto un insieme di servizi aggiuntivi che renderanno, come e più di sempre le ribattezzate Futsal Marche Finals Cup 2014 una manifestazione superlativa.



A partire dalla conferenza stampa di ieri mattina, svoltasi presso l'Hotel Touring di Falconara. "E' un onore e un piacere ospitare tutte le Marche del calcio a 5 - ha detto il presidente del Città di Falconara, Marco Bramucci -. Ci saranno i senior del maschile, del femminile e le Juniores. E' doppiamente bello per noi essere presenti e in gara con la nostra prima squadra maschile".



Il CdF maschile infatti è una delle otto finaliste della Coppa maschile. Assieme ai padroni di casa in lizza ci sono Cus Macerata, Adverso Ascoli, Bocastrum, Audax Sant'Angelo, Etabeta, Città Futura Montecchio e Csi Stella (l'avversaria al primo turno dei padroni di casa). Per il C5 femminile - che con i quarti di finale domani alle 15,30 aprirà le danze - griglia composta da Vis Concordia Morrovalle, Filottrano, Real Macerata. Junior Futsal, Splendorvitt Loreto, San Michele, Real Ancona e Pian di Rose. Final Four Juniores infine contesa da Corinaldo, Pesaro Fano, Askl e Pianaccio.



"Speriamo di registrare un'affluenza pari o superiore allo scorso anno - ha detto Massimo Marchetti, responsabile calcio a 5 del Cr Marche - In egual misura speriamo sia uno spettacolo all'insegna della lealtà e del fair play. Si tratta di manifestazione utile socialmente, oltre che sportivamente parlando ed è una vetrina importante per trasmettere i valori, a partire dalla correttezza e dal rispetto degli avversari, che il calcio a 5 ha fatto propri più di altre discipline". Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio, 15:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA